Flash News

Dati genetici: a New York polemica sulla privacy

19 agosto 2019 | Scritto da La redazione

Secondo un’inchiesta del The New York Times il dipartimento di Polizia di New York starebbe raccogliendo le informazioni genetiche dei cittadini in arresto o interrogati a loro insaputa

Il dipartimento di Polizia di New York avrebbe raccolto in un database le informazioni genetiche di 82,473 cittadini. Lo riferisce un’inchiesta del The New York Times, secondo cui molti di loro non sarebbero stati avvisati. I campioni non sarebbero stati prelevati solo ai detenuti ma anche a persone semplicemente interrogate.

I dati sarebbero stati raccolti da tazze da caffè, sigarette, cannucce e bottiglie d’acqua. Il caso più eclatante, secondo The New York Times, riguarderebbe un ragazzo di appena 12 anni, il cui campione di DNA sarebbe stato prelevato da una cannuccia utilizzata per bere una bibita durante un interrogatorio.

La notizia sta sollevando numerosi interrogativi in tema di privacy. I nostri dati genetici sono al sicuro?

Leggi la notizia.

La redazione
La redazione

leggi tutto