Scienza e Medicina

Ora il genetista He Jiankui rischia grosso

9 gennaio 2019 | Scritto da La redazione

L’autore dello studio che ha portato alla nascita delle prime bambine con DNA modificato ora rischia addirittura la pena di morte

La ricerca scientifica non è un gioco e lo sta imparando a sue spese He Jiankui, il ricercatore finito sotto i riflettori per aver realizzato, in modo autonomo, uno studio che ha portato alla nascita di due gemelle con il DNA modificato. Su Impactscool Magazine abbiamo seguito fin dal principio questa controversa vicenda, che ora, stando ad alcune dichiarazioni riportate sul Telegraph, potrebbe vivere un nuovo sviluppo inatteso: il ricercatore, infatti, rischierebbe addirittura la pena di morte.

La vicenda. He Jiankui, nel novembre scorso, ha annunciato attraverso un video su Youtube, metodo a dir poco non convenzionale per un ricercatore, la nascita di due gemelle con DNA modificato con la tecnica Crispr. In particolare, l’obiettivo dello scienziato era quello di rendere inoffensivo il gene Ccr5, chiave, secondo lo studio, per ottenere la resistenza genetica al virus dell’HIV.

Dopo la comunicazione dello studio e le prime reazioni negative della comunità scientifica, legate in particolare all’approccio metodologico e ai dubbi di natura etica, il ricercatore cinese He Jiankui ha preso parte al Secondo summit internazionale sull’editing del genoma umano a Hong Kong. Jiankui, indagato per l’accaduto sia dalla sua università, che si è dissociata dalla ricerca, sia da altre istituzioni in Cina, nell’occasione ha difeso il suo operato e ha comunicato che sarebbe in corso un’altra gravidanza con un embrione geneticamente modificato, anche se la gestazione sarebbe ancora alle prime fasi. Il trial è stato bloccato e He Jiankui, dopo l’intervento ad Hong Kong, ha fatto perdere le proprie tracce.

Le dichiarazioni sul Telegraph. Come era facile aspettarsi, non si sono fatti attendere nuovi sviluppi nella vicenda. Robin Lovell-Badge, genetista che ha organizzato il forum internazionale di Hong Kong, sulle pagine del noto quotidiano del Regno Unito, ha dichiarato che ora He Jiankui rischierebbe la pena capitale. A suo carico, infatti, ci sarebbero reati molto gravi come abuso e corruzione, dato che lo studio è stato portato avanti nonostante le linee guida proibissero di sperimentare su embrioni umani. Tuttavia, non è chiaro quanto potrà durare l’indagine e quale direzione prenderà, anche perché si attendono ulteriori aggiornamenti sul proseguo delle gravidanze con embrioni modificati tutt’ora in corso.

 

Impactscool Magazine ha approfondito la storia qui:

La redazione
La redazione

leggi tutto