Flash News

La pelle elettronica alimentata a sudore

24 aprile 2020 | Scritto da La redazione

Le applicazioni future di questa tecnologia spaziano dai dispositivi per il fitness a quelli per il monitoraggio dello stato di salute

La pelle è il nostro contatto con il mondo esterno, l’organo più esteso del nostro corpo, il più sensibile ed elastico. E adesso potrebbe anche diventare una batteria. Ricercatori dell’Andrew and Peggy Cherng department of Medical Engineering del Caltech hanno sviluppato una speciale pelle sintetica che aderisce a quella biologica e che è in grado di generare elettricità tramite il sudore. L’Electronic Skin, questo il suo nome, potrà venire utilizzata come base per diversi dispositivi come monitor di temperatura, di battito cardiaco o livelli di zucchero nel sangue, il tutto senza aver bisogno di una batteria. Le celle energetiche che alimentano il sistema sono costituite da nanotubi di carbonio impregnati con un catalizzatore di platino/cobalto in una fitta e intricata rete che contiene un enzima che rompe le molecole di lattato contenute sudore. Possono generare in questo modo una flusso elettrico continuo e stabile (fino a diversi milliwatt per centimetro quadrato)

Fonte

La redazione
La redazione

leggi tutto