Flash News

Le scie di condensa degli aerei potrebbero essere un problema per l’ambiente

29 giugno 2019 | Scritto da La redazione

E no, non c’entrano le scie chimiche

Secondo un nuovo studio pubblicato su Atmospheric Chemistry and Physics le scie di condensa degli aerei, quelle tracce di vapore che si formano dopo il passaggio di un aereo in determinate condizioni atmosferiche, potrebbero avere un impatto non indifferente sull’ambiente. Lo studio prende in considerazione il tasso di crescita della quantità di voli e prevede che entro il 2050 il forzante radiativo causato dai cirri che si generano a seguito dei passaggi degli aerei, potrebbe superare quello prodotto dalla CO2 generata dagli aerei stessi.

Il forzante radiativo è la misura del rapporto della quantità di energia in entrata e uscita dalla nostra atmosfera: da un lato l’energia entra sotto forma di luce – visibile, infrarossi, uv -, dall’altro viene riemessa sotto forma di luce infrarossa. Una maggiore presenza di questi cirri porterebbe ad un aumento dell’energia trattenuta, e quindi ad un aumento del calore: le scie di condensazione potrebbero aumentare la temperatura del nostro pianeta di 160 milliwatt per metro quadrato, rispetto agli 84 milliwatt per metro quadrato di riscaldamento causato dalla CO2. 

 

Leggi la news: https://bit.ly/2XBFwmV

La redazione
La redazione

leggi tutto