Notizie dal mondo

Notizie dal futuro e dintorni – 10 febbraio

10 febbraio 2020 | Scritto da La redazione

Spreco alimentare: in Italia meno 25%
Migliorano le abitudini degli italiani. Il 5 febbraio è giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare e con l’occasione l’osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market/Swg ha diffuso alcuni dati sugli sprechi degli italiani. I numeri sono positivi.
Nel 2019 il cibo andato perso nel nostro Paese (lungo la filiera o durante il consumo) valeva oltre 15 miliardi di euro l’anno, nel 2020 la cifra scende a 11,5 miliardi di euro, con un 25% in meno di sprechi registrati.
Un fenomeno, questo, che pesa non solo sull’ambiente ma anche sulle tasche delle famiglie: nonostante il miglioramento, la nuova indagine stima uno spreco settimanale medio di 4,90 euro per nucleo familiare.

 

In Finlandia si insegna ad affrontare la disinformazione sin dalle elementari
Affrontare l’information disorder, l’insieme di problemi legati al mondo dei media e dell’informazione che va ben oltre il semplice concetto di fake news, è un problema non da poco. L’approccio migliore è quello di formare le persone sin da giovani, fornendo un’alfabetizzazione ai media ed è anche quello che sta facendo la Finlandia. La scuola finlandese, da sempre al passo con le sfide della modernità e del futuro, ha inserito questi temi nel piano nazionale nel 2016, un ottimo esempio di come agire per combattere contro la diffusione di notizie false senza ricorrere a controverse leggi “anti fake news”.Ai ragazzini viene insegnato come è possibile mentire usando le statistiche, come funziona la propaganda e come è possibile manipolare l’opinione pubblica usando diverse tecniche retoriche.

 

Crispr alleata nella lotta contro il cancro
Nuovo aggiornamento sulla terapia che utilizza cellule immunitarie geneticamente modificate con Crispr per combattere il cancro: i risultati degli ultimi test offrono dati incoraggianti. Secondo quanto riportato sulla rivista Science, le Nyce T-cell – così come vengono chiamate – non solo sono sicure, sopravvivono, aumentano di numero ma continuano a funzionare anche dopo molti mesi dall’infusione nei pazienti.È importante specificare che il trattamento non è pronto per l’applicazione su larga scala, ma i risultati incoraggianti rappresentano un importante passo in avanti.

 

Luca Parmitano è tornato sulla Terra
Alle 10.13 di giovedì Luca Parmitano è tornato sulla Terra dopo 200 giorni come comandante a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. La sua missione, chiamata Beyond, ha visto l’astronauta italiano coinvolto in molte attività all’esterno della stazione, portando Parmitano a diventare l’astronauta europeo ad aver passato più tempo fuori dalla Iss. In totale più di 33 ore.
Adesso si trova a Colonia dove sta seguendo un periodo di riabilitazione alla gravità terrestre.

 

La redazione
La redazione

leggi tutto