Notizie dal mondo

Notizie dal futuro e dintorni – 13 luglio

13 luglio 2020 | Scritto da La redazione

Il ritorno delle cassette

Forse i più giovani non lo ricordano ma c’è stato un tempo in cui lo standard per registrare dati erano le cassette a nastro magnetico. Nonostante sia una tecnologia ormai superata ha comunque una sua nicchia d’uso. Persone o aziende che hanno bisogno di immagazzinare enormi quantità di dati in maniera economica spesso si rivolgono a cassette con nastri magnetici, molto meno costose degli hard disk che vengono usati comunemente. Fuji ha recentemente sviluppato le basi per la creazione di una cassetta capace di immagazzinare fino a 400 TB. Accedere ai dati conservati in questi dispositivi non sarà veloce ma sicuramente per dati da archiviare in massicce quantità è un approccio più che sensato. Siamo di fronte a un ritorno delle cassette?

 

La neve rosa sui ghiacciai italiani

In diverse zone delle Alpi, in particolare sul ghiacciaio del Presena, si trova qualcosa di particolare: della neve rosa. Il fenomeno è dovuto alla presenza di una particolare alga, chiamata Ancylonema nordenskioeldii comune in molti zone artiche. La loro presenza nei ghiacciati italiani non è una novità ma ciò che è fuori dall’ordinario è la quantità. Alghe di questo tipo sono sempre più presenti a causa del riscaldamento globale che porta più neve a sciogliersi e a fornire la preziosa acqua in cui queste minuscole alghe vivono. Il problema è che l’Ancylonema scurisce la neve e quindi assorbono più calore dal Sole, accelerando lo scioglimento del ghiaccio e fornendo ancor più acqua alle alghe che continuano a moltiplicarsi, accelerando lo scioglimento dei ghiacciai.

 

Atlante i4.0: la mappa dell’innovazione italiana

È online la mappa che mostra le quasi 600 le strutture italiane che offrono servizi e tecnologie per l’innovazione e la digitalizzazione delle imprese. Nato dalla collaborazione tra Unioncamere e Ministero dello sviluppo economico, il portale mira ad aiutare gli imprenditori ad orientarsi tra le principali strutture esistenti che supportano i processi di trasferimento tecnologico 4.0. Ma non solo. Per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di figure altamente specializzate nelle tecnologie avanzate, l’Atlante digitale presenta anche la mappatura di tutti i 104 Istituti Tecnici Superiori (ITS) presenti in Italia. Più del 50% delle strutture censite si trova al Nord, seguito dal Sud (28%) e dal Centro (21%). Quasi una struttura su tre fornisce servizi di supporto per la stampa 3D, la cosiddetta manifattura additiva. Ma non mancano centri in grado di affiancare le imprese nella gestione dei dati: 68 strutture si occupano di Cloud, 68 di big data e analitycs. Ancora ampi sono invece i margini di miglioramento per supportare le imprese nelle tecnologie di “frontiera”: solo 9 strutture forniscono assistenza su Blockchain e 16 sull’intelligenza artificiale.

 

Tuna Scope: l’intelligenza artificiale che seleziona il tonno

Selezionare il giusto trancio di tonno da trasformare in saporito sushi non è semplicissimo, lo sanno bene molti ristoratori in Giappone quando la mattina comprano il pesce al mercato specializzato. Il pescato più pregiato e apprezzato è sicuramente il tonno, ma selezionare il trancio giusto non è semplicissimo. Per questo motivo è nata l’app Tuna Scope: tramite un’intelligenza artificiale addestrata con migliaia di foto di tranci, il sistema è in grado di valutare e classificare il tonno in base a diversi parametri che possono aiutare i ristoratori a scegliere il pezzo migliore. Se paragonato alla capacità di esperti umani, l’app è in grado di scegliere il trancio migliore in 4 casi su 5. Non tutti sono felici di questa innovazione però, alcuni esperti dell’arte del preparare sushi si rifiutano di utilizzare l’app per scegliere il pescato migliore.

 

La redazione
La redazione

leggi tutto