Notizie dal mondo

Notizie dal futuro e dintorni – 24 Giugno

24 giugno 2019 | Scritto da La redazione

Le notizie più importanti su tecnologie e futuro, selezionate dal team di Impactscool

L’IA in grado di svelare le immagini photoshoppate

Le tecniche di manipolazione delle immagini e dei video diventano sempre più sofisticate e più realistiche, ponendo dubbi sui loro usi non etici. Adobe, l’azienda principe dei software di editing video e immagini (la mamma di photoshop), condivide queste preoccupazioni e sta lavorando ad un’IA capace di individuare le immagini manipolate. Addestrata attraverso algoritmi di machine learning, questa intelligenza artificiale è in grado di individuare le aree in cui un’immagine è stata manipolata, in particolare con lo strumento fluidifica. L’IA è capace di individuare le modifiche con un’accuratezza del 99%. Per ora funziona solo con le immagini su cui sia stato usato lo strumento fluidifica, il più comunemente usato per modificare velocemente un’immagine, ma l’obiettivo della software house è di sviluppare un sistema che sia capace di rivelare anche modifiche più complesse e realistiche.

 

La calda estate groenlandese

L’estate è arrivata nel circolo polare artico ed è molto calda, quasi 5 gradi al di sopra del normale e il risultato è l’immagine che potete vedere. La neve si sta sciogliendo come mai prima d’ora, battendo il record nel 2012. In alcune aree, a causa di una zona di alta pressione, la temperatura è salita sopra i 20°, 10/15° sopra la media, portando allo scioglimento del 45% delle zone normalmente ghiacciate. Proprio questa inusuale alta pressione sta spostando l’aria fredda verso latitudini più basse. La crisi climatica agisce in modi difficilmente prevedibili sul breve termine: la corrente a getto, il flusso d’aria d’alta quota che separa l’aria fredda da quella calda sta intraprendendo percorsi inusuali che spingono la fredda aria artica ben al di sotto delle latitudini in cui si trova solitamente, arrivando fino alla costa orientale degli USA in cui in questo periodo c’è una temperatura più fredda del normale.

 

Segnaletica stradale danneggiata? Ci pensa un’IA

A quanti di voi è mai capitato di non vedere un cartello stradale e quindi sbagliare strada o commettere un’infrazione perché era danneggiato, coperto da rami o semplicemente così vecchio da essere illeggibile? Ogni anno le amministrazioni spendono tempo e soldi per individuare la segnaletica stradale rovinata o manomessa, un compito tedioso e ripetitivo che un’intelligenza artificiale potrebbe svolgere al meglio. Un gruppo di ricercatori dell’RMIT university hanno sviluppato un algoritmo in grado di riconoscere i cartelli stradali attraverso le immagini di Google Street View e di indicare quali necessitano di riparazioni.

 

Monitorare la biodiversità con i suoni

Una delle tecniche per monitorare la varietà di specie, in particolare di volatili, in una nicchia ambientale, è detta “point count”, una semplice conta degli animali avvistati e, soprattutto uditi, da uno specifico punto d’osservazione. Si tratta di un metodo largamente utilizzato ma poco affidabile, non standardizzato e non verificabile. Alcuni scienziati dell’università di Göttingen hanno provato ad usare dei registratori audio per ottenere dati sulla densità territoriale di una specie in una zona, e i risultati, oltre ad essere comparabili con quelli ottenuti con metodi tradizionali, possono essere inseriti all’interno di sistemi d’analisi di big data per ottenere informazioni più strutturate.

La redazione
La redazione

leggi tutto