20 minuti dal futuro

Imparare a navigare il flusso

22 maggio 2020 | Scritto da La redazione

Come prepararsi per affrontare il cambiamento in corso? Ne abbiamo parlato con April Rinne, advisor, speaker, autrice e Global Citizen

“Il cambiamento è inevitabile, la crescita è opzionale”, con questa citazione April Rinne, advisor, speaker, autrice e Global Citizen, descrive il concetto di flusso, centrale nella sua riflessione sul futuro. Riflessione che ci ha raccontato durante il suo intervento in 20 minuti dal futuro, il format in diretta streaming di Impactscool. Nel ruolo di intervistatrice Cristina Pozzi, CEO di Impactscool che ha esplorato, assieme a Rinne, i temi del futuro, del cambiamento e di come navigare nel “flusso” dell’incertezza del domani.

 

Il flusso. Il flusso, flux in inglese, è “cambiamento continuo, fluttuazione – ha spiegato April Rinne – è un continuo processo di cambiamento in corso. […] Il cambiamento fa parte della vita, giusto? Lo è sempre stato, lo sarà sempre. […] Gli umani non sono particolarmente bravi a gestirlo, desideriamo spesso familiarità, stabilità, bramiamo ciò che è normale. Questo è particolarmente vero quando le cose sembrano fuori controllo. Quindi, anche prima della pandemia, ero davvero interessata a questo ritmo di cambiamento sempre crescente. […] Ora sto esaminando quali possono essere gli strumenti, le abilità, le discipline di ciò che chiamo una mentalità di flusso, ovvero una mentalità capace non solo di navigare il cambiamento ma prosperare in mezzo a un cambiamento costante.

 

Come navigare il flusso. Acquisire il mindset necessario per comprendere l’inevitabilità del cambiamento non è semplice ma è uno sforzo che tutti dovremmo fare per poter affrontare correttamente ciò che ci aspetta, il cui primo passo è “lasciare andare il futuro”. “[…] il viaggio di ciascuno di noi nel flusso e nel mindset del flusso è diverso perché le nostre esperienze di vita sono diverse, le nostre famiglie sono diverse, le nostre culture, tutto, ma il concetto in sé è applicabile a tutti. […] Il nostro cervello è una specie di muscolo, proprio come devi rafforzare altri muscoli per diventare forte, agile e capace, devi anche imparare a praticare come lasciar andare il futuro. Ed è molto interessante quando parliamo di lasciar andare qualcosa, praticamente parliamo sempre del passato. Non parliamo mai del futuro, è come se dovessimo lasciar andare qualcosa nel presente. Ma riguarda sempre il passato, non riguarda mai il futuro. Quindi, imparare a lasciar andare il futuro richiede una sorta di allenamento di questo muscolo per imparare a lasciare andare.”

 

Guarda l’intervista completa:

La redazione
La redazione

leggi tutto