Big Data

Facebook e la pubblicità discriminatoria

6 dicembre 2017 | Scritto da La redazione

Facebook ha bloccato un sistema pubblicitario che consente alle aziende di scegliere quali gruppi etnici e razziali possono scegliere per le pubblicità targetizzate dopo che è emerso che questo poteva essere usato come discriminazione soprattutto per annunci riguardanti offerte di lavoro o affitti di alloggi. La pratica, che è stata condannata dal social network, è stata scoperta nel 2016, ma una recente indagine suggerisce che la società non è ancora riuscita fermare il fenomeno. Alcuni giornalisti investigativi di ProPublica hanno affermato di essere stati in grado di ottenere annunci discriminatori di abitazioni utilizzando una finta agenzia di appartamenti. Hanno chiesto che una dozzina di annunci pubblicitari non venissero mostrati agli afroamericani, alle madri di bambini delle scuole superiori, alle persone interessate alle rampe per sedie a rotelle, agli ebrei, agli emigrati dall’Argentina e agli spagnoli. Solo pochi mesi prima, Facebook aveva dichiarato di aver fermato il problema e di aver attuato una rete di sicurezza per bloccare questo genere di targeting.

Approfondisci questa notizia

La redazione
La redazione

leggi tutto