Città e Trasporti

Waymo accusa Uber di spionaggio industriale

18 dicembre 2017 | Scritto da La redazione

La battaglia legale da 1,86 miliardi di dollari tra il gigante di Uber e la self-driving car Waymo di Alphabet ha raggiunto un momento cruciale il 15 dicembre, quando il giudice ha rilasciato una lettera incriminata basata sul racconto di un ex dipendente di Uber. La lettera afferma che una divisione speciale all’interno di Uber era responsabile di atti di spionaggio aziendale, furto di segreti commerciali, corruzione di funzionari stranieri e vari mezzi di sorveglianza illegale. La “lettera Jacobs” è stata scritta dall’avvocato Richard Jacobs, che in precedenza aveva lavorato come responsabile dell’intelligence globale di Uber prima di essere licenziato ad aprile. Il report altamente dettagliato porta accuse di sistematica attività illegale all’interno della SSG di Uber (Strategic Services Group) che presumibilmente cercava di far emergere i segreti commerciali di altre società attraverso l’intercettazione e la raccolta di dati. La lettera sostiene che alcune delle informazioni raccolte sono state trasmesse all’allora CEO Travis Kalanick.

Approfondisci questa notizia

La redazione
La redazione

leggi tutto