Flash News

Disney si dà al riconoscimento facciale dei cartoni animati

1 agosto 2020 | Scritto da La redazione

Il sistema chiamato Content Genome permetterà una più facile gestione degli archivi e della ricerca di riferimenti

L’enorme archivio Disney si estende su quasi un secolo di contenuti, il che può trasformare qualsiasi ricerca di personaggi specifici, scene o oggetti sullo schermo all’interno di esso in un’impresa non da poco. Per affrontare questa sfida un team di ricercatori della Direct-to-Consumer & International Organization (DTCI) della Disney ha creato una piattaforma di machine learning per aiutare ad automatizzare l’archiviazione digitale di tutti questi contenuti. È stato chiamato Content Genome e permette agli animatori e disegnatori Disney di trovare facilmente riferimenti presenti in vecchi cartoni. Per poter funzionare con i volti stilizzati dei personaggi dei cartoni animati è stato chiamato in causa il deep learning che ha permesso al software di imparare un concetto più astratto di volto, i suoi elementi fondamentali, così da poterli riconoscere.

Ovviamente il sistema si scontra facilmente con dei limiti, come nel caso di Monsters Co. in cui i protagonisti non sempre presentano tutti gli elementi facciali di base (2 occhi, un naso, una bocca). In futuro Content Genome potrebbe venire usato anche a livello consumer per cercare, ad esempio, una specifica scena di una serie a partire da un elemento o da un personaggio secondario. 

Fonte. 

La redazione
La redazione

leggi tutto