Flash News

Saldature con cellule staminali

24 aprile 2019 | Scritto da La redazione

Cellule staminali re-ingegnerizzate potrebbero essere rese in grado di attivare nuove funzioni sulla loro membrana, fra cui quella di adesione.

Grazie all’ingegneria genetica è stato possibile modificare la membrana di cellule mesenchimali, cellule staminali adulte, al fine di dare alla loro membrana cellulare nuove capacità. Fra queste la più promettente richiede l’aggiunta di un enzima, la Trombina, naturalmente presente nei processi di guarigione delle ferite. Con questa modifica le cellule, una volta immerse in un liquido ricco di Fibrinogeno, una proteina del sangue, sono state in grado di fondersi assieme grazie ad un idrogel cresciuto spontaneamente dalla membrana. Dato che il Fibrinogeno è naturalmente presente nel sangue, questo tipo di cellule ingegnerizzate potrebbero essere utilizzate come un ottimo collante per guarire ferite croniche o per permettere ad organi espiantati di creare una sorta di sacca protettiva attorno a loro, aumentandone la vita fuori dal corpo.

Leggi la news: https://bit.ly/2IDVndY

La redazione
La redazione

leggi tutto