Flash News

Stiamo affidando la nostra memoria alle macchine

8 giugno 2019 | Scritto da La redazione

Avere accesso ad un’enorme quantità di informazioni alla portata di un dito ci sta rendendo smemorati e più distratti

A quanti è capitato di avere un vago ricordo di qualcosa e per recuperarlo non abbiamo sforzato la nostra memoria ma siamo andanti cercarlo su internet? Uno studio pubblicato su World Psychiatry ha rivelato che abusare di internet sta cambiando la nostra capacità di ricordare informazioni. L’avere accesso ad un archivio di informazioni globale è uno dei grandi risultati della diffusione della rete e dei dispositivi mobile, ma il nostro cervello è pigro e se trova un modo di fare economia, come ad esempio affidando all’esterno l’immagazzinamento di informazioni, non perde l’occasione di farlo. Ma ad un prezzo: il modo stesso in cui ricordiamo, riferisce lo studio, viene modificato in maniera sostanziale, con probabili conseguenze anche su come la nostra società ricorda e accede alle informazioni.

Anche la nostra soglia d’attenzione sta risentendo dell’abuso di internet. “I risultati di questo rapporto – ha spiegato il Dr Joseph Firth, Senior Research Fellow alla NICM Health Research Institute – indicano che alti livelli di utilizzo di Internet potrebbero effettivamente avere un impatto su molte funzioni del cervello. Ad esempio, il flusso illimitato di richieste e notifiche da Internet ci incoraggia a mantenere costantemente un’attenzione divisa, che a sua volta può ridurre la nostra capacità di mantenere la concentrazione su un singolo compito “.

 

Leggi la news: https://bit.ly/2K2t9Ki

La redazione
La redazione

leggi tutto