Big Data

Rickrolling: gli hacker controllano i diffusori audio da remoto

2 gennaio 2018 | Scritto da La redazione

Se per caso hai sentito strani rumori in casa tua, scricchiolii o gemiti spettrali, brani casuali di Rick Astley, comandi di Alexa emessi con la voce di qualcun altro, non hai necessariamente perso la testa. Infatti, se possiedi uno dei pochi modelli di diffusori audio collegati a Internet e sei stato poco attento alle impostazioni di rete, potresti essere una delle migliaia di persone i cui dispositivi Sonos o Bose sono stati lasciati completamente aperti al dirottamento audio da parte di hacker in giro per il mondo. I ricercatori di Trend Micro hanno scoperto che alcuni modelli di diffusori Sonos e Bose possono essere identificati online con semplici scansioni Internet accessibili da remoto e quindi sottoposti a semplici trucchi per riprodurre qualsiasi file audio scelto da un hacker.

Approfondisci questa notizia

La redazione
La redazione

leggi tutto