Notizie dal mondo

Le notizie della settimana scelte da Impactscool – 12 marzo 2018

12 marzo 2018 | Scritto da La redazione

Le notizie più importanti sulla tecnologia e il futuro, scelte e selezionate dal web per i lettori di Impactscool

 

Otter: l’Intelligenza Artificiale che riconosce (e trascrive) ogni voce

AISense, azienda California specializzata in Intelligenza Artificiale, ha lanciato sul mercato Otter: un’applicazione in grado di registrare e trascrivere qualsiasi tipo di conversazione vocale.
La particolarità di questo software è che, grazie a complessi algoritmi, riesce a riconoscere le voci, riportando nella trascrizione non solo cosa viene detto ma anche chi lo dice. L’Intelligenza Artificiale, infatti, registra l’audio della conversazione e lo analizza in tempo reale: se più persone si alternano nella discussione, le parti di discorso sono identificate e divise in automatico, in base a chi le ha pronunciate.
È possibile, inoltre, programmare l’applicazione per eseguire ricerche per tema o per parola chiave, istruendo l’Intelligenza Artificiale sui termini o le frasi da identificare.
A poche settimane dalla sua uscita, Otter sta riscuotendo un ottimo successo tra giornalisti, segretarie, studenti, professionisti e ricercatori: chiunque abbia la necessità di trascrivere un’intervista, una riunione, un meeting o una conferenza da oggi ha un alleato in più. Un esempio concreto di come la tecnologia possa sostituire l’essere umano nei compiti più noiosi e ripetitivi.

 

Il pesce nel tuo piatto è fresco? Te lo dice la blockchain

Nel 2016, Oceana, un’associazione nata per monitorare lo stato di salute degli oceani, ha redatto un rapporto shock: circa il 33% del pesce che consumiamo non è etichettato correttamente. Le frodi che riguardano il mercato ittico, infatti, sono numerose e molto diffuse, anche perché difficili da smascherare.
Per ovviare a questo problema, Intel ha elaborato Hyperledger Sawtooth: un progetto innovativo che sfrutta l’Internet of Things (IoT) e la blockchain. L’idea è di applicare dei piccoli chip/sensori al pesce appena pescato, così da monitorare gli spostamenti, l’umidità e la temperatura di conservazione. Ogni ristoratore o pescivendolo potrà garantire ai propri clienti la qualità e la provenienza del pesce acquistato, mostrando anche il tracciato della catena del freddo e da quanto tempo è stato pescato. Per evitare qualsiasi tipo di frode o modifica, i dati e le informazioni rilevate dai sensori saranno trasmesse e conservate sfruttando la tecnologia blockchain. In questo modo, infatti, è possibile assicurare la veridicità di ogni dato e sapere esattamente cosa stiamo mangiando e per cosa stiamo pagando. Le applicazioni di questa tecnologia non si limitano solo ai prodotti ittici, ma sono in grado di migliorare tutta la filiera alimentare: grazie alla blockchain, ad esempio, scannerizzando un barattolo di salsa di pomodoro con il nostro cellulare, potremo conoscerne la storia, gli spostamenti e il luogo di produzione, con enormi miglioramenti sotto il punto di vista della qualità e della sicurezza del cibo.

 

La tecnologia e le scoperte scientifiche open source

Víctor Buso, un fabbro argentino con la passione per l’astronomia, ha compiuto un’impresa incredibile. Mentre testava il suo nuovo telescopio, infatti, l’astronomo dilettante è riuscito a immortalare uno degli eventi più rari del cosmo: la nascita di una supernova. Per comprendere l’eccezionalità dell’evento, basti pensare che le probabilità di osservare un fenomeno del genere sono inferiori a una su dieci milioni. Con il suo piccolo telescopio di 40 cm di diametro, Buso ha osservato e registrato l’esatto momento in cui, in una galassia distante 80 milioni di anni luce, una stella è esplosa, trasformandosi in supernova. I dati ottenuti da questa analisi forniscono agli astronomi parecchie indicazioni sull’evoluzione e sulla struttura delle supernove: si tratta d’informazioni molto preziose, perché ottenibili solo tramite l’osservazione diretta degli eventi.
Oltre al risultato scientifico straordinario, questa vicenda è un esempio evidente di come, grazie alla diffusione di tecnologie sempre più avanzate, la collaborazione tra ricercatori dilettanti e professionisti non solo è possibile ma può portare a scoperte e risultati altrimenti impensabili.

La redazione
La redazione

leggi tutto