Notizie dal mondo

Le notizie della settimana scelte da Impactscool – 16 aprile 2018

16 aprile 2018 | Scritto da La redazione

Le notizie più importanti sulla tecnologia e il futuro, scelte e selezionate dal web per i lettori di Impactscool

 

Funzione “unsend” per tutti gli utenti di Messenger

Non c’è pace per Facebook. Dopo lo scandalo Cambridge Analytica e il crollo in borsa, una nuova polemica ha colpito il noto social network che ha deciso di correre subito ai ripari: Facebook Messeger introdurrà la funzione “unsend” per tutti gli utenti. Questa decisione arriva in seguito alla segnalazione di TechCrunch, che ha riferito che Facebook ha cancellato di nascosto alcuni messaggi che l’amministratore Mark Zuckerberg ha inviato tramite Messenger. Molti hanno visto in questa azione un abuso di potere di Facebook sulla propria piattaforma, visto che agli utenti “normali” questa funzione non è consentita, almeno fino a oggi. Se, da un lato, l’azienda dichiara di aver agito nei termini stabiliti dalla legge statunitense sulla conservazione della corrispondenza dei dirigenti, dall’altra la scelta di cancellare i messaggi, soprattutto in un momento così delicato, ha causato un’ulteriore perdita di fiducia da parte degli utenti. Niente di particolarmente grave o illegale, dunque, ma questo fatto ha evidenziato nuovamente un modus operandi discutibile da parte del colosso dei social network.

 

“Parlare in silenzio” grazie al dispositivo presentato dal MIT

I ricercatori del MIT hanno presentato AlterEgo, un sistema che consente di comunicare con un computer attraverso il pensiero. È costituito da un dispositivo indossabile, un auricolare a conduzione ossea con elettrodi che raccolgono sub-vocalizzazioni neuromuscolari della mascella e del volto, innescate da verbalizzazioni interne ma non rilevabili all’occhio umano: in breve è in grado di percepire e interpretare le parole che diciamo “nella nostra testa” ma non esterniamo. AlterEgo si connette in modalità wireless a qualsiasi dispositivo di elaborazione esterno, dando vita così a una conversazione silenziosa, discreta e bidirezionale con la macchina. Le applicazioni che potrebbero scaturire dallo sviluppo di questa tecnologia sono moltissime: potrebbe, per esempio, permetterci di controllare elettrodomestici e dispositivi solo con il pensiero, facilitare le comunicazioni tra persone in ambienti molto rumerosi e potrebbe offrire un supporto concreto alle persone disabili.

 

ARRIGE: nasce l’associazione per l’utilizzo etico e responsabile del Gene Editing

Il 23 marzo, a Parigi, è stata presentata l’Associazione internazionale per la ricerca responsabile e l’innovazione nell’editing del genoma, ARRIGE. L’associazione è nata per promuovere una gestione globale dell’editing del genoma e favorire lo sviluppo di questa tecnologia. ARRIGE si rivolge a tutte le persone che operano in questo ambito di ricerca, accademici, aziende private, associazioni di pazienti, cittadini e istituzioni. L’incontro di fine marzo, che ha dato il via alle attività dell’associazione, nasce da diversi workshop che si sono svolti nei mesi precedenti e a cui hanno partecipato esperti dell’editing del genoma provenienti da diversi Paesi e Continenti. L’obiettivo è trovare mezzi comuni per affrontare le questioni etiche e sociali sollevate dalla rapida introduzione delle tecnologie di modifica dei geni.

La redazione
La redazione

leggi tutto