Notizie dal mondo

Le notizie della settimana scelte da Impactscool – 30 aprile 2018

30 aprile 2018 | Scritto da La redazione

Le notizie più importanti sulla tecnologia e il futuro, scelte e selezionate dal web per i lettori di Impactscool

 

 

Le compagnie aeree a favore del Registro mondiale dei droni

L’incremento del numero di droni in circolazione sta causando l’aumento del rischio di collisioni e incedenti in volo. Per questo motivo le principali compagnie aeree del mondo hanno deciso di sostenere lo sviluppo di un registro mondiale dei droni. Questo registro, gestito dalle Nazioni Unite, permetterebbe di controllare in modo più rigido l’utilizzo dei droni, in particolare nelle zone vicine agli aeroporti, e garantirebbe senzioni più severe per le eventuali violazioni. La prospettiva è quella di fondere l’attuale registro dell’International Civil Aviation Organization per gli aerei con equipaggio con il nuovo registro dei droni, in modo da avere uno strumento univoco per tutto il settore.

 

Su Facebook torna la funzione del riconoscimento facciale

Dopo averla ritirata nel 2012 per motivi di privacy, Facebook ha attivato nuovamente la funzione del riconoscimento facciale per gli utenti europei e canadesi. Una decisione destinata a far discutere visto che il colosso dei social network è ancora alle prese con le conseguenze del caso Cambridge Analitica. La funzione permette agli utenti di essere riconosciuti, nonostante l’assenza di tag, all’interno di foto e video caricati sulla piattaforma attraverso l’identificazione biometrica. Il riconoscimento facciale, però, non viene imposto e ognuno è libro di attivarlo o rimuoverlo accedendo alle proprie impostazioni sulla gestione dei dati personali. Questa è una delle numerose funzioni che richiederanno specifiche autorizzazioni e che saranno implementate con l’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo sulla privacy.

 

L’intelligenza artificiale per contrastare il crimine

Nel prossimo futuro la video sorveglianza non si limiterà a rilevare attività criminali in corso, ma potrebbe addirittura identificare un crimine prima che questo si realizzi. Come? Attraverso un sistema di intelligenza artificiale a cui stanno lavorando in India le aziende Cortica e Best Group. L’AI sarebbe in grado di identificare alcune “anomalie comportamentali” che segnalano l’intenzione di un individuo di commettere un crimine violento. Se, già da tempo, il riconoscimento facciale nei sistemi di video sorveglianza viene utilizzato per individuare persone ricercate, il progetto a cui stanno lavorando Cortica e Best Group rappresenta certamente uno step successivo che, fino a questo momento, era stato descritto solo nei film di fantascienza. Sulla sicurezza dei cittadini, però, è sempre meglio andare cauti: per eventuali dubbi consigliamo la visione del film di Steven Spilberg Minority Report.

Tags: news
La redazione
La redazione

leggi tutto