Notizie dal mondo

Notizie dal futuro e dintorni – 29 giugno

29 giugno 2020 | Scritto da La redazione

Il CERN vuole costruire un nuovo acceleratore di particelle

Far scontrare particelle subatomiche a velocità prossime a quelle della luce è un ottimo modo per indagare i misteri del microcosmo. Paradossalmente, per guardare nel mondo così piccolo ci serve una “lente d’ingrandimento” gigantesca. Il CERN, il più grande laboratorio per la ricerca sul nucleare, possiede già la più grande “lente d’ingrandimento”, un acceleratore di particelle, chiamato LHC. Si tratta di un anello gigantesco, 27 km di perimetro, all’interno del quale vengono sparati protoni per farli scontrare fra loro e scoprire cosa si nasconde al loro interno. Il CERN però guarda già avanti e intende costruire un nuovo acceleratore, molto più grande (e quindi capace di gestire energie maggiori), con una circonferenza di quasi 100 km. Il progetto permetterà di esplorare meglio le particelle subatomiche e le loro proprietà, in particolare studiando il famoso Bosone di Higgs. Il tutto però è ancora solo un’idea sulla carta e potrebbe non vedere mai la luce.

 

Record di caldo in Siberia

Verkhoyansk è un piccolo villaggio che ospita 1300 persone. Si trova a nord, molto a nord, in una zona della Siberia oltre il circolo polare artico. È uno di quei famosi villaggi in cui la temperatura, d’inverno, raggiunge tranquillamente temperature di – 40 °C, con un record gelato di -49°. Eppure in questi giorni si è raggiunto un nuovo record: il termometro ha raggiunto un picco di 38 °C. L’incredibile ondata di caldo non è un evento isolato ma è il picco di un un trend che va avanti da almeno 40 anni. Questo picco arriva dopo un’estate da record per l’intera Siberia con temperature in media di 10 gradi più alte rispetto al 1979. Le temperature elevate portano a gravi conseguenze in questi ecosistemi, fra cui il più grave di tutti è probabilmente lo scioglimento del permafrost.

 

Lo smartwatch di Samsung ora può misurare anche la pressione arteriosa

La compagnia ha infatti rilasciato l’applicazione Samsung Health Monitor che consente all’orologio Galaxy Watch Active2 di rilevare la pressione dell’utente. La novità arriva dopo il via libera da parte del ministero sudcoreano competente, e per ora è disponibile solo in Corea del Sud. Per monitorare la pressione, gli utenti dovranno prima calibrare lo smartwatch con un tradizionale misuratore da braccio. Una volta fatto, l’orologio userà il sensore che rileva il battito cardiaco per determinare la pressione arteriosa. L’applicazione di Samsung per monitorare la salute porterà sullo smartwatch anche la possibilità di fare l’elettrocardiogramma, una funzione già presente sull’Apple Watch. L’elettrocardiogramma sarà disponibile nel terzo trimestre, attraverso un aggiornamento, ma anche in questo caso il lancio sarà limitato alla Corea del Sud.

 

Videogiochi a scuola

Durante un conflitto in un Paese non meglio identificato ma che prende palesemente ispirazione dai conflitti dei Balcani degli anni ‘90 un gruppo di persone comuni dovrà sopravvivere alla guerra che li circonda, cercando di sopravvivere non solo nel corpo ma anche nello spirito e trovandosi ad affrontare le più difficili scelte morali. Questo è This War of Mine, titolo della software house 11bit Studios di Varsavia che è diventato il primo videogioco a venire consigliato dalle scuole polacche come “libro di testo”. I temi trattati, la profondità delle scelte morali e il valore educativo di questo gioco lo rendono un serious game, cioè un gioco in grado insegnare qualcosa di utile nella vita reale. “Diversamente dalla maggior parte dei videogiochi con sparatorie, inseguimenti, macchine veloci e ancora sparatorie – ha spiegato il premier polacco Mateusz Morawiecki annunciando questa scelta – in questo gioco ci sono molti momenti di riflessione, situazioni nelle quali dobbiamo metterci nei panni di una persona che deve sopravvivere a una guerra”.

La redazione
La redazione

leggi tutto