Città e Trasporti

L’intelligenza urbana protagonista alla Milano Digital Week

8 marzo 2019 | Scritto da La redazione

All’iniziativa, in programma dal 13 al 17 marzo, parteciperà anche Impactscool con tre appuntamenti

I film di fantascienza ci hanno spesso mostrato città intelligenti, con robot tuttofare, skateboard volanti e automobili che si guidano da sole. Ma cosa si intende, oggi, quando parliamo di intelligenza urbana? Se ne parlerà dal 13 al 17 marzo durante la seconda edizione della Milano Digital Week, la più grande manifestazione italiana dedicata al mondo digitale.

Quest’anno in particolare, esperti e aziende si soffermeranno su una nuova visione di città, che viene considerata e analizzata come una piattaforma, un elemento di sviluppo che si nutre di tutte le diversità e delle interazioni tra i singoli e la collettività. Attraverso una serie di seminari, mostre e workshop verranno prese in esame le tecnologie e le applicazioni che trasformano il contesto urbano, il lavoro, le relazioni umane. Anche Impactscool parteciperà alla manifestazione e sarà presente in tre degli eventi in programma.

 

Perché Intelligenza Urbana. Intelligenza Urbana significa network tra gli individui, nei rapporti di lavoro e personali. Il digitale e le tecnologie, dunque, vengono visti come elementi che affiancano la nostra quotidianità, agevolando gli spostamenti e le relazioni. “Abbiamo definito il tema come intelligenza urbana – si legge sul sito dell’evento – perché la città si nutre, appunto, di tutte le forze, di tutte le diversità, delle interazioni tra gli individui e la comunità. È l’intelligenza che si attiva, ovviamente, là dove nascono l’educazione, la formazione, la didattica. Oppure nei luoghi in cui si coordinano i momenti regolatori e di controllo: le centrali per la mobilità, gli ambiti che presiedono alla sicurezza, alla macchina produttiva e a quella dell’assistenza. Intelligenza urbana è anche quell’impresa collettiva che consente di progettare e di rendere materia o servizi il progetto. E ancora, è quell’intelligenza che presiede al tempo libero, che si frammenta in tanti rivoli. La trasformazione digitale trasforma anche l’intelligenza, e l’intelligenza rende diversa ogni giorno questa trasformazione. Vi invitiamo a vedere questa trasformazione, in fondo è opera vostra.”

 

Gli appuntamenti di Impactscool. Anche Impactscool parteciperà alla Milano Digital week e sarà protagonista di tre appuntamenti con Andrea Geremicca e Cristina Pozzi.
In particolare, giovedì 14 marzo Andrea Geremicca, Co-founder e Chief Marketing Officer di Impactscool, interverrà durante l’evento “Digital Trasformation: istruzioni per l’uso”. Soggetti istituzionali e imprese infatti porteranno la propria testimonianza sull’evoluzione delle strategie di training, riqualificazione del capitale umano e sinergia fra scuola e impresa.  A questo proposito Andrea, con il talk “A scuola di futuro”, andrà ad approfondire l’importanza dell’utilizzo di metodologie didattiche innovative basate sullo studio della materia “Futuro”.
Il giorno seguente, venerdì 15 marzo Cristina Pozzi, CEO e Co-founder di Impactscool, presenta il proprio libro: “Benvenuti nel 2050. Cambiamenti, criticità, curiosità” edito da Egea nell’ambito dell’’evento “Innovazione al femminile: futuro e sostenibilità, organizzato in collaborazione con Impact Hub Milano. Durante l’incontro verrà intrapreso un viaggio nel 2050 per scoprirne i trend, le potenzialità ma anche le maggiori criticità. Il viaggio inizia oggi e conoscere i possibili scenari futuri è utile per orientarsi verso città, modelli economici e stili di vita sostenibili e responsabili.
Sabato 16 marzo, infine, a La Fabbrica del Vapore si parlerà di“Intelligenza artificiale e comunità del futuro”, all’interno di un evento organizzato da Nesta Italia con l’obiettivo di esplorare il potenziale sociale dell’IA. Durante i panel della mattina interverrà Cristina Pozzi, che approfondirà la tematica degli impatti etici dell’evoluzione dell’Intelligenza Artificiale.

 

Milano Digital Week: un’occasione di confronto. Più di 500 eventi dedicati all’Intelligenza Urbana che rappresentano, per tutte le fasce d’età, un’occasione di incontro e confronto su questo argomento.
La Milano Digital Week toccherà molti aspetti del rapporto tra digitale e realtà: la letteratura, la medicina, l’educazione infantile e l’importanza che assume la tecnologia all’interno dell’impresa sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati all’interno di incontri, seminari e laboratori. La manifestazione coinvolge tutti le fasce di età, spaziando dai più piccoli, con la dimostrazione dei “Robot ballerini”, al mondo degli adulti con “La conquista felice del web: senior e nativi digitali a confronto”. Le occasioni di confronto arrivano fino a tavola con Gnammo – Il sito per organizzare eventi culinari in casa propria – che per l’occasione organizzerà le “Digital Dinner- Dialoghi sul digitale a tavola”: venti cene di social eating in un contesto domestico per ridurre le distanze tra le persone e la città intelligente.
Non mancheranno, infine, gli appuntamenti rivolti al pubblico del settore come “La Città intelligente: visioni applicative e implicazioni legali”, a cura dello studio legale Dentons, a cui parteciperà Piero Poccianti, Presidente dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA).

La redazione
La redazione

leggi tutto