Editoriali

Parole d’ordine: consapevolezza e responsabilità

10 marzo 2020 | Scritto da La redazione

L’emergenza del nuovo Coronavirus obbliga tutti noi a essere cittadini informati, consapevoli e responsabili

a cura di Cristina Pozzi e Andrea Dusi

 

Per fortuna nel nostro tempo non siamo abituati a situazioni straordinarie come quella che stiamo vivendo.
Gli avanzamenti scientifici e nel mondo salute sono tali da risparmiarci normalmente da queste problematiche che nel passato prendevano spesso la forma della peste, guerre, carestie.

Ma, pur con gli avanzamenti scientifici ed educativi che dai tempi della peste ci hanno portato a oggi, sembra che gli istinti umani di divisione, lotta, accusa, razzismo, isteria restino gli stessi di allora. Ci sentiamo progrediti e poi crolliamo di fronte a cose che per noi sono più lievi e più comprensibili e gestibili rispetto alle piaghe del passato dei nostri antenati.
Abbiamo la fortuna di avere le conoscenze per contenere e limitare i danni. Usiamole e seguiamo le regole. Non c’è spazio qui per l’Italia dei furbetti e di chi pensa per sé convinto che vada bene così.
È il tempo di mostrare a noi e al mondo che siamo in grado di restare uniti e di essere cittadini responsabili senza deroghe, eccezioni, raccomandazioni, amicizie ai piani alti. Ci siamo dentro tutti insieme e senza distinzioni e vinciamo solo se agiamo tutti insieme e senza distinzioni.

 

Anche il mondo dell’informazione deve rispettare queste regole di rispetto, buonsenso ma soprattutto responsabilità. È proprio in situazioni così che i valori su cui fondiamo Impactscool possono e devono essere messi in pratica ogni giorno anche con piccole azioni. Sappiamo bene quale sia la forza della scienza e della capacità di usarla in modo informato e responsabile. Nel frattempo possiamo continuare a lottare, ancora più del solito, perché le bufale non si diffondano, perché tutti i nostri amici, conoscenti e parenti abbiano chiara la situazione e perché sia importante seguire le regole in modo responsabile, perché si faccia buon uso del proprio spirito critico comprendendo gli impatti delle proprie azioni sugli altri.

Nasce per questo l’iniziativa dell’associazione Aware “Comunichiamo Responsabilmente”, un appello al mondo dell’informazione che anche Impactscool Magazine ha voluto firmare. Trovate maggiori informazioni qui: https://awarepec.com/comunicare/

 

La situazione è ovviamente drammatica per tutti. Ma lo è soprattutto per chi sta morendo, per i loro familiari, per chi si è ammalato e per chi si ammalerà. Il pensiero della community di Impactscool va a chi si trova in queste situazioni di grave e grande disagio. In tanti, troppi post in questi ultimi giorni sui social c’è chi si lamenta per le ripercussioni nelle loro aziende (“stiamo fatturando meno!!”) o nell’equilibrio familiare (“come facciamo coi figli a casa ora?!?”).
Basta, torniamo umani. Mettiamo al centro l’umanità. E il rispetto per chi sta gestendo e lavorando in questa situazione per salvare vite umane e la nostra salute.

Situazioni estreme e difficili richiedono comportamenti esemplari. E soluzioni nuove.
C’è la possibilità per tutti con la fine di questa situazione drammatica di un nuovo inizio, o di un percorso diverso. Stringiamoci attorno ai nostri affetti, rafforziamo i legami con persone vicine e lontano. Non possiamo vederci, ma possiamo alzare la cornetta del telefono o connetterci con chi amiamo. Riappropriamoci di questa nuova umanità necessaria. Coltiviamola. E quando sarà il momento, su questa nuovo umanesimo saremo in grado di costruire un futuro migliore.

La redazione
La redazione

leggi tutto