Flash News

I cavi sottomarini di internet possono rilevare i terremoti

2 dicembre 2019 | Scritto da La redazione

Una semplice intuizione potrebbe fornire una quantità enorme di dati sismici sui fondali marini

Monitorare l’attività sismica sottomarina non è un compito facile, soprattutto a grandi profondità: installare e gestire sismometri posizionati diversi chilometri sott’acqua è un compito difficile, costoso e complesso. Un gruppo di ricercatori della Rice University e della University of California ha avuto un’intuizione geniale: sfruttare i cavi sottomarini in fibra ottica che trasmettono internet in tutto il mondo. Attraverso un particolare fenomeno fisico chiamato retrodiffusione i ricercatori sono in grado di ricostruire i movimenti compiuti dal cavo, aggiungendo un sismometro alle estremità del cavo si possono rilevare terremoti lungo tutta la lunghezza del cavo. I primi test sono promettenti e se applicati sulla rete mondiale di cavi sommersi potremmo approfondire di molto la nostra conoscenza della sismicità dei fondali marini. 

Leggi la news. 

 

La redazione
La redazione

leggi tutto