Flash News

La ricetta per ingannare un’auto a guida autonoma

1 luglio 2019 | Scritto da La redazione

Prendete un drone, un proiettore e mescolate

State guidando la vostra auto a guida assistita, vedete un drone poco lontano, e all’improvviso l’auto vi segnala che il limite di velocità non è più di 30 km/h ma di 90 km/h. Per capire cosa è successo bisogna vedere le cose al rallentatore e chiedere chiarimenti ai ricercatori del Cyber@BGU che hanno sviluppato il modo di ingannare un auto a guida assistita e, dicono, il sistema funzionerebbe anche su quelle a guida autonoma. 

Il sistema consiste in un drone che proietta – anche per un lasso di tempo così breve da essere impercettibile all’occhio umano, ma non a quello della macchina – un falso segnale stradale su una parete. L’auto lo riconosce come reale e le conseguenze sono facilmente immaginabili. Lo studio che ha rivelato questa falla, pubblicato in preprint su Arxiv, non è il primo del suo genere, ma è fondamentale che studi sui possibili modi per ingannare un’auto a guida autonoma vengano svolti per permettere lo sviluppo di contromisure.

Leggi la news: https://bit.ly/324zo6n

La redazione
La redazione

leggi tutto