Future is now

Dispositivi indossabili: un mercato da 41 miliardi di dollari

4 novembre 2019 | Scritto da La redazione

Oggi a trainare sono smartwatch e auricolari, ma cosa ci riserverà il futuro?

È un mercato in netta espansione quello dei dispositivi indossabili: secondo le stime degli analisti di Gartner nel 2019 nel mondo si raggiungeranno 41 miliardi di dollari di spesa complessiva, cifra destinata a crescere a 52 miliardi nel 2020 e a 63 miliardi nel 2021. Oggi a trainare questo mercato sono smartwatch e auricolari, ma in futuro potrebbero essere molti di più i dispositivi indossabili connessi, in grado di collegarci costantemente con la tecnologica e, chissà, anche a renderci un tutt’uno con essa.

 

Il presente: smartwatch e auricolari. Per i soli smartwatch nel 2019 si spenderanno 17 miliardi di dollari. I prezzi, assicurano gli analisti, sono destinati a scendere ancora, circa del 4,5% tra il 2020 e il 2021. Seguono a ruota nella speciale classifica dei dispositivi indossabili più venduti gli auricolari e cuffie “smart”, il cui mercato vale oggi 7,9 miliardi. A dominare in questo settore sono AirPods, ma l’ingresso sul mercato di altri dispositivi a prezzi inferiori potrebbe presto far impennare anche la vendita di questo gadget tecnologico. Sempre l’abbassamento dei prezzi e i sempre maggiori ambiti di applicazione, sta favorendo una maggiore diffusione dei visori di realtà virtuale mentre escono dalla classifica, complice anche l’abbassamento dei prezzi degli smartwatch, gli “orologi sportivi” e i bracciali da fitness.

 

Il futuro prossimo: l’abbigliamento smart. Oggi portano solo, si fa per dire, 1,1 miliardi di dollari, ma nel prossimo futuro il settore dell’abbigliamento smart è destinato a crescere. Magliette dotate di sensori in grado di monitorare le attività corporee e le funzioni vitali durante l’attività fisica, abiti controllabili da smartphone in grado di adattarsi a diverse temperature, scarpe e calzini in grado di monitorare in tempo reale la nostra andatura. Sono solo alcuni dei dispositivi su cui si stanno concentrando gli sforzi di diverse aziende, che puntano a rendere i nostri vestiti sempre più tecnologici e multifunzionali.

 

Il futuro: un tutt’uno con la tecnologia. E se invece di indossarli i dispositivi tecnologici fossero dentro di noi? I microchip sottocutanei sono già una realtà, anche se a oggi i biohacker sono solo a una parte limitata della popolazione. C’è chi riesce ad aprire la propria auto o la porta di casa solo avvicinando il braccio e chi, con il proprio chip, effettua pagamenti o timbra il biglietto della metropolitana. Ma un domani questi dispositivi potrebbero avere applicazioni importanti anche in ambito medico e darci informazioni costanti sulle nostre funzioni vitali.

Quello dei dispositivi indossabili è un mercato in forte espansione: siamo sempre più connessi con la tecnologia che in futuro potrebbe addirittura diventare un tutt’uno con il nostro corpo. I cyborg sono già tra noi?

La redazione
La redazione

leggi tutto