Future Society

I trend strategici della tecnologia del 2020

12 febbraio 2020 | Scritto da La redazione

Sono dieci le tecnologie individuate dalla società di consulenza Gartner come protagoniste dell'anno appena iniziato

Scritto da Alessandro Girardi – FBK Magazine

Non è mai facile fare previsioni, soprattutto in un ambito di cambiamenti molto rapidi come quello tecnologico, e per questo ci affidiamo ai rilevamenti di una società di consulenza con oltre 15 mila clienti nel mondo. Ne risulta un’analisi confortante anche per la Fondazione Bruno Kessler che si vede coinvolta in ricerche e progetti che toccano molti di questi trend.

 

L’ iper automazione (hyperautomation)
A differenza della più tradizionale automazione robotica, l’iper automazione si riferisce ad una combinazione di più sistemi come intelligenza artificiale, machine learning, decision management, natural language processing (NLP) e molto altro. Richiede quindi una combinazione di strumenti molto avanzata che permette di poter replicare le attività in cui normalmente è coinvolto un essere umano.

 

La multiesperienza (multiexperience)
Fino al 2028, l’esperienza dell’utente subirà cambiamenti importanti nel modo in cui viene percepito il mondo digitale. Le piattaforme conversazionali stanno cambiando le modalità di interazione digitale. La realtà virtuale (VR), la realtà aumentata (AR) e la realtà mista (MR) stanno creando nuove esperienze multisensoriali e multimodali.

 

Democratizzazione delle competenze
Sarà semplice più facile accedere a competenze tecniche che fino a poco tempo fa erano appannaggio dei soli esperti informatici, dallo sviluppo di applicazioni alle tecniche di machine learning. Stesso vale per le capacità di analisi economica o dei processi di vendita. Questo accadrà attraverso piattaforme che offriranno strumenti di facilitazione che eviteranno lunghi periodi di formazione e un abbattimento dei costi. Gartner si aspetta che fino al 2023 accelerino quattro aspetti chiave della tendenza alla democratizzazione di:

  1. dati e analisi, con strumenti destinati ai data scientist che si espandono per colpire la comunità degli sviluppatori professionisti;
  2. sviluppo, con strumenti di intelligenza artificiale da sfruttare in applicazioni sviluppate su misura;
  3. design, espandendo i fenomeni low-code e no-code con l’automazione di ulteriori funzioni di sviluppo delle applicazioni per potenziare i cittadini-sviluppatori;
  4. conoscenze, con professionisti non IT che ottengono l’accesso a strumenti e sistemi esperti che li abilitano a sfruttare e applicare competenze specialistiche al di là delle proprie competenze e della propria formazione.

 

Umanità aumentata
L’umano aumentato è una persona che ottiene miglioramenti cognitivi e fisici attraverso gli strumenti tecnologici. Si possono aumentare le capacità fisiche attraverso l’impianto di elementi tecnologici nei propri corpi o semplicemente indossandoli, mentre l’aumento cognitivo può avvenire attraverso l’accesso alle informazioni, all’utilizzo delle app e con le interfacce emergenti multiesperienza. Nei prossimi 10 anni aumenteranno i livelli di aumento fisico e cognitivo umano man mano che gli individui cercano miglioramenti personali. Ciò creerà un nuovo effetto di “consumerizzazione” in cui i dipendenti cercano di sfruttare i loro miglioramenti personali – e persino di estenderli – per migliorare il loro ambiente di ufficio.

 

Scopri gli altri trend su FBK Magazine da cui è tratto questo articolo.

La redazione
La redazione

leggi tutto