I nostri eventi

Impactscool porta il futuro anche al Wired Next Fest

21 maggio 2019 | Scritto da La redazione

Doppio appuntamento per Impactscool al festival il programma a Milano dal 24 al 26 maggio

Educare al futuro, spiegando alle persone come affrontare il futuro in modo consapevole e accessibile. È questo l’obiettivo del doppio appuntamento di Impactscool Wired Next Fest, il festival che celebra e racconta la scienza, la tecnologia, il business, la rete, la ricerca, l’innovazione sociale, la voglia di cambiamento e l’evoluzione. Sabato 25 maggio alle ore 13 presso il palco Y ai Giardini Indro Montanelli Cristina Pozzi, Ceo e Co-founder di Impactscool, sarà protagonista dello speech aperto al pubblico “Creare un futuro open source”. Domenica 26 maggio, dalle 11, invece, nella sede del Museo Civico di Storia Naturale, Impactscool proporrà il workshop “Debate tech: impatti e considerazioni etiche sull’intelligenza artificiale”.

Il workshop di domenica 26 maggio sarà un dibattito aperto e sarà tenuto da Cristina Pozzi insieme ad alcuni Ambassadors di Impactscool. Durante le due ore di attività i partecipanti affronteranno domande ormai fondamentali nel nostro presente: quali scenari futuri porta con sé la rivoluzione dell’intelligenza artificiale? Come cambieranno le nostre vite? Quali quesiti sorgeranno dall’utilizzo sempre più pervasivo delle nuove tecnologie in quasi tutti gli ambiti?
La partecipazione è gratuita ma è necessaria l’iscrizione a questo link.

Wired Next Fest. Il focus delle tre giornate dell’edizione milanese dell’evento sarà “il futuro”. Immaginare il domani non è più compito solo degli scrittori di fantascienza o dei futurologi. Oggi possiamo osservare enormi cambiamenti resi possibili dall’avvento delle nuove tecnologie, che hanno imposto ai media e alla società una serie di nuove sfide a cui dare moderne risposte e soluzioni. Tantissimi gli ospiti e gli eventi in programma, che spaziano tra talk, dimostrazioni, workshop, laboratori ed eventi musicali.
“Siamo di fronte a molte scelte, anche etiche e morali, per determinare l’indirizzo del futuro – dice il direttore di Wired Italia Federico Ferrazza – e c’è bisogno di competenze per prendere decisioni sulle conseguenze dell’innovazione. […] Per questo abbiamo scelto Futuro come parola chiave del Wired Next Fest. È cruciale che ognuno di noi, a livello individuale e collettivo, si prenda la responsabilità di costruirlo, non pensando che i grandi trend (tecnologici e non) siano solo ineluttabili e immutabili”.

La redazione
La redazione

leggi tutto