Notizie dal mondo

Le notizie della settimana scelte da Impactscool – 2 luglio 2018

2 luglio 2018 | Scritto da La redazione

Le notizie più importanti sulla tecnologia e il futuro, scelte e selezionate dal web per i lettori di Impactscool

 

 

Il riconoscimento facciale di Microsoft è meno “razzista”

Microsoft ha annunciato di aver migliorato il suo sistema di riconoscimento facciale, facendo significativi passi avanti nell’identificazione delle persone di colore. Secondo quanto ha riportato il gigante del mondo dell’informatica, i miglioramenti alla piattaforma hanno permesso di ridurre di ben 20 volte gli errori nel riconoscimento degli uomini e delle donne con pelle più scura e di nove volte gli errori di identificazione di tutte le donne. Questo grazie all’“addestramento” a cui è stata sottoposta l’intelligenza artificiale, che è stata fornita di un set più ampio e diversificato di dati. Il processo di miglioramento del sistema di Microsoft è arrivato in seguito a un rapporto del Media Lab del MIT, che a febbraio aveva evidenziato che i sistemi di riconoscimento facciale di Microsoft e altri colossi del digitale risultavano poco precisi, in particolare, nell’identificare le donne di colore, con un errore che poteva arrivare fino al 35%.
Quello presentato da Microsoft è certamente un miglioramento del sistema, ma siamo sicuri che questa tecnologia sia pronta per essere utilizzata dalle forze dell’ordine per identificare i criminali?

 

Amanti del “fotoritocco” tremate, un’IA è pronta a smascherarvi

Anche l’intelligenza artificiale ha dichiarato guerra agli amanti del ritocchino fotografico. I ricercatori di Adobe, produttore del software per editing fotografico più famoso in circolazione, Photoshop, insieme a quelli della University of Maryland, hanno messo a punto un’intelligenza artificiale in grado di identificare anche le modifiche impercettibili all’occhio umano, senza il supporto di un esperto forense. L’IA è stata addestrata per scovare tutte le impurità visive presenti nelle immagini, cioè quegli elementi che sono stati manipolati. I ricercatori si sono concentrati sull’identificazione dei ritocchi più comuni: lo splicing, cioè la combinazione di due immagini diverse, il copia-sposta, dove gli oggetti in una fotografia vengono spostati o clonati da un luogo a un altro e la rimozione, in cui un oggetto viene rimosso da una fotografia.
Gli amanti del “fotoritocco” hanno un nuovo nemico, particolarmente veloce e preparato.

 

La Blockchain per combattere la povertà

Creare valute comunitarie per promuovere il commercio locale e combattere la povertà. È questo il progetto di Bancor, piattaforma di criptovalute, che lancerà un nuovo servizio in Kenya basato sulla blockchain. Una valuta comunitaria è una sorta di sistema finanziario alternativo che un gruppo può utilizzare per incoraggiare la creazione e l’acquisto di beni e servizi all’interno di una determinata area geografica. Secondo Bancor, il sistema aiuterà a tracciare il valore del tasso di cambio per le valute locali e permetterà agli stranieri di acquistare i token per supportare lo sviluppo della comunità. Per il lancio dell’iniziativa, la compagnia ha stretto una collaborazione con Grassroots Economics, una fondazione no-profit che gestisce programmi di valuta comunitaria in sei località kenyane. I primi test si svolgeranno in due regioni del Kenya economicamente emarginate.
Il progetto si prospetta un esperimento interessante, che potrebbe avvalorare la posizioni dei sostenitori della blockchain come strumento democratico e potenzialmente in grado di ridurre le disparità nel mondo.

La redazione
La redazione

leggi tutto