Notizie dal mondo

Le notizie della settimana scelte da Impactscool – 23 aprile 2018

23 aprile 2018 | Scritto da La redazione

Le notizie più importanti sulla tecnologia e il futuro, scelte e selezionate dal web per i lettori di Impactscool

 

 

Conversare con un libro grazie a “Talk to books”

Da oggi sarà possibile parlare con un libro grazie a un nuovo strumento di Google, che permette di fare domande a più di 100.000 volumi. Il servizio si chiama “Talk to books” e al momento è disponibile in inglese. Come funziona? Permette di inserire una domanda e di ricevere la risposta direttamente dai libri che parlano del tema in questione. “Talk to books” seleziona per noi interi paragrafi, evidenziando il passaggio più significativo con il grassetto. Questo strumento non è destinato a sostituire la ricerca per parole chiave ma comprende il nostro linguaggio e basa il suo lavoro di analisi e selezione sul significato. L’obiettivo di questa ricerca di tipo semantico è quello di ottenere una frase simile a una risposta vera e propria, che risulti plausibile e che potrebbe essere pronunciata, quindi, da un interlocutore qualunque durante una chiacchiarata. I risultati che si ottengono non sempre soddisfano le aspettative, ma non accade la stessa cosa anche durante una normale conversazione?

 

Partnership europea per la Blockchain

22 Nazioni europee hanno formato la European Blockchain Partnership con l’obiettivo di scambiarsi informazioni, esperienze e competenze sulla tecnologia Blockchain. Ognuno dei Paesi coinvolti ha firmato una dichiarazione congiunta in cui si impegna a designare un rappresentante nazionale che lavorerà, assieme all’esecutivo comunitario, per definire le linee di intervento della Partnership, avvalendosi anche dell’esperienza dell’Osservatorio e Forum della Ue sulla blockchain istituito da Bruxelles lo scorso febbraio. Gli investimenti della Commissione Europea in progetto legati alla blockchain hanno già superato gli 80 milioni di Euro, a cui saranno aggiunti ulteriori 300 milioni da qui al 2020. Con la European Blockchain Partnership, le 22 Nazioni mirano a evitare un approccio frammentato da parte dei diversi attori del settore e a consolidare il ruolo dell’Europa nello sviluppo e diffusione di questa tecnologia. L’Italia, purtroppo, non è tra i Paesi firmatari della Partnership, che coinvolge invece, tra gli altri, Francia, Germania, Spagna e Olanda.

 

L’intelligenza artificiale applicata al giornalismo per notizie prive di pregiudizi

Si chiama Knowhere News la startup che combina la tecnologia dell’intelligenza artificiale e il giornalismo, per dare ai lettori notizie imparziali e libere dal pregiudizio. Una volta scelto il tema, l’AI consulta più di mille fonti e, sulla base di quanto trovato, costruisce la sua versione “imparziale” della news, cercando di rimuovere ogni visione soggettiva e i potenziali pregiudizi. I fondatori di Knowhere, inoltre, hanno programmato il sistema in modo che consideri anche l’attendibilità delle fonti per dare maggiore rilevanza alle informazioni riportate su siti autorevoli. A questo processo, che avviene in circa 60 secondi, si aggiunge un controllo da parte di redattori umani che rendono il testo più scorrevole. Una volta completata la revisione, la versione definitiva del testo viene inviata di nuovo all’AI in modo da migliorarne le performance. Il rischio di questo processo, però, è che il sistema assimili eventuali pregiudizi dei giornalisti, che devono dunque stare attenti a non minarne l’imparzialità. I creatori di Knowhere sono convinti che questa tecnologia possa cambiare per sempre il nostro modo di informarci, ma siamo sicuri di volere un giornalismo “freddo” e completamente privo di opinioni?

La redazione
La redazione

leggi tutto