Notizie dal mondo

Notizie dal futuro e dintorni – 20 gennaio

20 gennaio 2020 | Scritto da La redazione

Presto le Tesla potranno parlare

Ricordate KIT supercar? La serie TV con David Hasselhoff alla guida di un’auto futuristica in grado di parlare potrebbe presto diventare realtà. Elon Musk in un tweet ha rivelato una nuova funzione in arrivo per le Tesla: grazie a un sistema di altoparlanti esterni le auto saranno in grado di parlare ai pedoni. Gli altoparlanti sono diventati obbligatori dopo l’introduzione di una regolamentazione che richiede a tutte le auto elettriche di avere un sistema in grado di generare un rumore artificiale per avvertire i pedoni della propria presenza. Le Tesla sfrutteranno questo apparato anche per dire ai pedoni di spostarsi, per invitarli a salire a bordo, a inviare peti rumorosi, nel pieno stile scherzoso di Musk, nella direzione desiderata e molto altro.

 

Fukushima si converte alle rinnovabili

9 anni dopo il terribile disastro che ha colpito la centrale nucleare di Daiichi, a Fukushima sono ancora vivi i ricordi e le ferite aperte in quei giorni. Anche per questo la prefettura giapponese sta mirando a convertirsi alle rinnovabili, un obiettivo che vuole raggiungere entro il 2040 alimentando la regione al 100% da fonti green. Diversi progetti, parzialmente finanziati dal governo, vedranno la costruzione di 11 centrali a energia solare e 10 parchi eolici. Si tratta di una piccola fetta dell’energia che la centrale nucleare era in grado di generare: si stima che le alternative green in progettazione saranno in grado di fornire 600 mW contro i 4600 mW del reattore ma in programma ci sono anche centrali a biomassa e geotermiche che potrebbero diminuire la differenza energetica.

 

Arriva Xenobot, animale, robot o qualcos’altro?

Che la robotica prenda ispirazione dal mondo naturale non è una novità. Ciò che è nuovo è il risultato di una ricerca svolta dall’Università del Vermont e di Tuft: definirlo una macchina, un robot, è riduttivo, allo stesso tempo definirlo una nuova forma di vita è un’esagerazione. Si tratta di qualcos’altro, una macchina costituita interamente da cellule. Viene chiamato Xenobot, dall’unione di Xenopus laevi (il nome scientifico della rana di cui sono state utilizzate le cellule) e di robot, ed è un eccezionale passo in avanti sia nella creazione di nuovi metodi per trasportare con precisione farmaci nel corpo, svolgere analisi e altre attività utili come il rilevamento delle radiazioni, sia nei metodi per sviluppare questo tipo di tecnologia. Xenobot, infatti, è stato creato in laboratorio basandosi sui progetti sviluppati tramite innovativi sistemi informatici.

 

Street Fighter diventa reale, il futuro delle arti marziali

Le arti marziali hanno da sempre un fascino particolare, un misto fra danza e violenza. Eppure, per i non esperti, riuscire a seguire l’andamento di un incontro non è un gioco da ragazzi, per questo motivo la Korea Taekwondo Association, prendendo letteralmente spunto dai videogiochi picchiaduro, come lo storico Street Fighter, ha sviluppato un nuovo sistema che mostra la “salute” dei combattenti in tempo reale sotto forma di barre della salute. Il sistema funziona grazie a particolari corpetti che registrano i colpi subiti e la loro intensità, andando quindi a togliere la quantità di vita adeguata dalla barra. Il primo combattente a portare ad azzerare la barra dell’avversario vince l’incontro.

 

La redazione
La redazione

leggi tutto