Notizie dal mondo

Notizie dal futuro e dintorni – 23 Dicembre

23 dicembre 2019 | Scritto da La redazione

Pannelli solari spray

I pannelli solari sono una delle tecnologie al centro dello spostamento di produzione energetica da combustibili fossili a fonti rinnovabili. Renderli più efficienti e facilmente installabili è essenziale per rendere capillare la loro diffusione. Un gruppo di ricercatori della Central Florida University sta utilizzando un’intelligenza artificiale per sviluppare la ricetta perfetta per creare pannelli solari spray a base di perovskite, un minerale che può venire usato nei pannelli solari per trasformare la luce in energia elettrica.

 

Quips: l’IA che restituisce la voce

Uno degli aspetti più oscuri delle malattie neuro-motorie è la perdita del linguaggio. Perdere la capacità di comunicare con il prossimo intrappola le persone nel proprio corpo. Esistono, fortunatamente, sistemi tecnologici che, come nel famoso caso di Stephen Hawking, restituiscono la capacità di interfacciarsi con il mondo, ma a oggi lo fanno in maniera lenta, macchinosa e poco efficiente. R² Data Labs, una sezione della Rolls-Royce, vuole cambiare le cose sfruttando le potenzialità delle intelligenze artificiali. Il progetto si chiama Quips e mira a restituire la voce a chi l’ha persa grazie ad un’IA che attinge a un database creato usando la voce del paziente prima che questi la perda definitivamente. Quando la malattia arriva a uno stadio avanzato l’IA è in grado di simulare la voce originale, anche nell’intonazione, nel linguaggio e in tutte le parti che rendono unica una voce. L’IA sarebbe in grado anche di suggerire risposte in base al contesto, per una più veloce interazione. Il progetto è in fase sperimentale e, secondo R² Data Labs, potrà essere integrato nei sistemi che alcuni pazienti affetti da SLA usano già per comunicare.

 

Dalle alghe le batterie senza cobalto

Il mondo ha bisogno di batterie, un disperato bisogno. Servono batterie per immagazzinare l’energia rinnovabile, il cui flusso non è costante, servono batterie per la mobilità elettrica, per i dispositivi elettronici, e per praticamente qualsiasi cosa che abbia un sistema elettrico. A oggi utilizziamo batterie agli ioni di litio, ma per funzionare queste richiedono metalli pesanti, difficili da recuperare, e cobalto, spesso estratto in condizioni al limite della schiavitù da minori. IBM ha però una soluzione alternativa: batterie che non usa metalli pesanti ma materiali estratti da alghe marine. Secondo IBM queste nuove batterie potrebbero avere performance migliori di quelle attuali, essere più sicure e sicuramente meno inquinanti. Saranno le batterie del futuro?

 

Un viaggio spaziale di 1000 anni 

Se domani venisse annunciato che un asteroide gigantesco fosse in rotta di collisione con la Terra non c’è molto che potremmo fare se non accettare il nostro fato. Molte realtà stanno lavorando per fornire all’umanità un piano B, fra Musk con la sua colonizzazione di Marte e chi invece crea rifugi sotterranei autonomi capaci di resistere a un inverno nucleare per secoli, ci sono anche un gruppo di ricercatori dell’Initiative for Interstellar Studies che ha in mente di preparare un viaggio di sola andata verso il sistema stellare più vicino, Proxima Centauri, un viaggio che potrebbe durare anche migliaia d’anni. Per quanto folle l’idea ha una sua logica, ma le sfide da affrontare prima che una tale missione diventi realtà sono tantissime, dalla creazione di ecosistemi chiusi rigenerabili al trovare soluzioni per difendere l’uomo dalle radiazioni cosmiche che già in un viaggio “breve” come quello per Marte potrebbero rivelarsi letali.

 

La redazione
La redazione

leggi tutto