Future is now

A Torino i bambini oncologici giocano e affrontano la malattia con TOMMI

21 dicembre 2018 | Scritto da La redazione

La terapia con realtà virtuale per i piccoli pazienti oncologici sarà utilizzata all’ospedale Regina Margherita di Torino

La realtà virtuale entra ufficialmente tra le corsie del reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino. Grazie alla collaborazione dell’Associazione DEAR Onlus, infatti, il videogame immersivo TOMMI, ideato e sviluppato dalla startup italiana Softcare Studios, sarà impiegato per la terapia dei piccoli pazienti, per migliorare la loro qualità di vita durante la permanenza in ospedale e aiutarli ad affrontare la malattia.

Come funziona. TOMMI, di cui abbiamo parlato sul nostro Magazine anche in un articolo di qualche mese fa, è un’esperienza in realtà virtuale realizzata per ridurre stress, ansia e dolore associati ai trattamenti medici, costruita attorno alle reali necessità dei pazienti oncologici.

Grazie a questa tecnologia, i bambini potranno immergersi in uno scenario digitale dove distrarsi dall’ambiente ospedaliero e contrastare le emozioni negative che possono influenzare non solo la loro psiche ma anche la salute fisica. Inoltre, il gioco consentirà ai medici di testare e analizzare le performance psicomotorie dei bambini che sono influenzate dal decorso della terapia, fornendo nuovi elementi per valutare le condizioni di benessere dei pazienti, anche da remoto. I risultati ottenuti saranno utili anche per definire futuri percorsi di validazione scientifica legati all’impatto di questa applicazione sulla vita dei bambini durante la terapia.

“Si tratta di un’alternativa sicura e non invasiva per ridurre l’uso di farmaci sedativi o antidolorifici – si legge in un comunicato congiunto diffuso dall’ospedale e da TOMMI – impiegati normalmente per calmare i giovani pazienti durante le procedure mediche”.

TOMMI ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti in Italia ed all’estero, guadagnando grande visibilità nel mondo dell’innovazione digitale della salute, oltre ad essere stato selezionato da percorsi di accelerazione in Germania, USA e Danimarca, dove la startup ha da poco aperto la sua seconda sede. Recentemente, Softcare Studios è stata inoltre premiata dalla Commissione Europea come miglior startup di e-health in Europa durante la finale degli Startup Europe Awards a Sofia, in Bulgaria.

L’associazione DEAR Onlus si occupa di umanizzazione degli ambienti di cura e dal 2016 è attiva nel reparto di Oncoematologia pediatrica del Regina Margherita con il progetto Robo&Bobo. Questa nuova collaborazione con il reparto è resa possibile grazie al supporto della Fondazione Amici di Jean.

La redazione
La redazione

leggi tutto