Scienza e Medicina

I 5 test del DNA più strani

16 dicembre 2019 | Scritto da La redazione

I test genetici sono sempre più accessibili sul piano economico. Alcuni servizi, però, promettono di fornirci indicazioni su aspetti quanto meno particolari: ne abbiamo selezionati alcuni.

Sono passati solo 16 anni da quando l’Human Genome Project riuscì a ricostruire l’intero DNA dell’essere umano, un progetto costato all’epoca 3 miliardi di dollari. Oggi analizzare il proprio DNA ha un costo che varia dai 100 ai 1000 dollari e per farlo basta raccogliere un campione tramite un semplice tampone e spedire il tutto, in pochi giorni si avranno i propri risultati attraverso cui è possibile scoprire, a seconda del tipo di test svolto, la probabilità di essere affetto da certe malattie genetiche o il retaggio dei propri antenati. Test di questo tipo non sono esenti da critiche: da un lato si stanno effettivamente dando i propri dati genetici a terzi, sollevando il problema della privacy di dati sensibili come sono appunto quelli genetici, dall’altro in molti hanno espresso perplessità sulla correttezza delle conclusioni a cui giungono queste analisi, in particolare per alcuni aspetti che si prefissano di studiare: scopriamo i 5 servizi genetici più strani oggi disponibili sul mercato.

 

Il tuo talento in una goccia di sangue. 24genetics è un servizio di analisi del DNA che promette di mostrare come la propria mappa genetica possa influenzare talenti e personalità: secondo l’azienda il test metterebbe in risalto le predisposizioni e sottolinea che altri fattori esterni influenzano la nostra identità e le nostre passioni.

 

Sport e DNA. Sono diversi i test che promettono di mostrare talenti anche in ambito sportivo che si originerebbero dal proprio genoma, una pretesa che diversi scienziati del settore hanno già bocciato. Uno studio, pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, svolto da 22 esperti di genomica, sostiene che l’efficacia di questi test commerciali “è semplicemente troppo debole per sostenere il loro uso”. Le loro pubblicità, affermano i ricercatori, promettono grandi cose ma per oltre la metà dei test messi sotto l’occhio indagatore degli scienziati, non è stato possibile scoprire quali sequenze di geni e varianti sarebbero state testate, perché questa informazione non è stata fornita.

 

TraDNAmento. HomeDNADirect è un’azienda italiana che permette di analizzare il DNA ottenuto da fonti “sospette” come fazzoletti, bicchieri o capelli per scoprire se il partner è stato infedele. Una volta analizzato il corpo del delitto è possibile scoprire se questo appartenga a un uomo o una donna ed eventualmente confrontarlo con quello di una persona sospettata.

 

Vi piace la musica country? Colpa del DNA. Più che un test questo è il caso di una ricerca, svolta dal King’s College London Department of Twin Research in collaborazione con Nokia. Lo studio ha sondato le abitudini di ascolto di quasi quattromila gemelli omo ed eterozigoti per scoprire quanto i fattori genetici si intreccino con quelli ambientali nel determinare i gusti musicali. Secondo i risultati predisposizione genetica e fattori esterni avrebbero un ruolo equiparabile nel far preferire l’hip hop al rock.

 

Tinder per curare il mondo. George Church è uno dei leader mondiali della genetica e un imprenditore proprio in questo settore. Ha fondato decine di startup e una fra queste, Digid8, potrebbe essere definita come una app per appuntamenti per evitare malattie genetiche nella prole. L’idea alla base del progetto è quella di abbinare le persone secondo il loro codice genetico in modo tale da evitare che i figli possano essere portatori. Secondo Church se quest’app dovesse diffondersi a macchia d’olio si potrebbero eliminare più 7000 malattie genetiche dalla faccia della Terra.

 

La redazione
La redazione

leggi tutto