Speciali

Scienza e tecnologia: cosa possiamo aspettarci dal 2020

3 gennaio 2020 | Scritto da La redazione

Con l'arrivo del nuovo anno abbiamo provato a prevedere quali potranno essere i nuovi grandi traguardi e i possibili sviluppi in ambito scientifico e tecnologico

Il 2019 ci ha portato a tanti traguardi storici nel mondo della scienza e delle tecnologie, dalla prima foto del buco nero al vaccino contro l’Ebola, risultati straordinari frutto del lavoro di moltissimi scienziati e ricercatori, un lavoro che ha le sue radici nel passato e le cui fronde ondeggiano nel vento del futuro. Fare previsioni puntuali e che certamente si avvereranno è impossibile ma possiamo osservare i segnali del presente per cercare di prevedere delle tendenze più generali, per immaginare cosa aspettarci, dal punto di vista della scienza e delle tecnologie, per questo 2020. Andiamo a scoprire quali sono gli ambiti che potrebbero rivelarci grandi sorprese e gli eventi che ci aspettiamo accadano in questo nuovo anno.

 

La sfida del clima. Il 2020 sarà un anno di fondamentale importanza per il pianeta e per noi umani, gli sforzi per tenere sotto controllo le emissioni e quindi per contenere l’aumento di temperatura sotto i 2 gradi (possibilmente 1,5 °C) fatti fino a oggi non sembrano sufficienti: da un lato c’è la lentezza della politica, dall’altro l’urgenza di interventi seri e profondi, due istanze separate da un oceano il cui livello aumenta, esattamente come per quello reale. Ci sono però segnali di speranza, lo sforzo di sensibilizzazione di tantissime iniziative, compresa quella di Greta Thunberg, porta sempre più persone a comprendere la gravità della situazione. In Olanda, per esempio, grazie a una causa portata avanti da attivisti e cittadini, il governo olandese dovrà rafforzare i propri sforzi per affrontare la crisi climatica, portando la riduzione delle emissioni di CO2 ad almeno il 25 per cento entro il 2020.

 

Un anno spaziale. Con l’inizio degli anni ’20 la nuova corsa allo spazio potrebbe iniziare ad accelerare, la SpaceX ha rivoluzionato il modo di andare nello spazio e altre realtà private stanno seguendo il suo esempio, inoltre nazioni come la Cina e l’India hanno confermato il loro ruolo da protagonisti nel campo dell’astronautica con diverse missioni di successo. Questo nuovo anno vedrà un nutrito gruppo di nuovi robot scorrazzare per le distese rosse di Marte: dovrebbe partire quest’anno, infatti, la missione Mars2020 della NASA che prevede il lancio di un rover gemello (almeno esteriormente) di Curiosity. A bordo, oltre a moltissimi strumenti d’analisi per cercare tracce di vita, anche il primo drone capace di solcare i cieli marziani. Il rover della NASA avrà molta compagnia: sono previsti, infatti, il lancio anche di ExoMars2020, un rover sviluppato dall’agenzia spaziale europea, Huoxing-1, il primo lander cinese sul pianeta rosso e infine Hope, un orbiter, ovvero una sonda che rimarrà in orbita attorno a Marte, lanciato dagli Emirati Arabi. Non solo esplorazione, ma anche ricerca, dopo il grande risultato della primissima immagine di un buco nero si prevede che quest’anno verrà pubblicata anche la foto del buco nero Sgt A*, quello al centro della nostra galassia.

 

Nuove frontiere della medicina. Il 2019 ha visto l’arrivo del vaccino contro l’Ebola, il 2020 potrebbe portarci una vaccinazione contro la malaria, verrà testato, infatti, in un’isola della Guinea Equatoriale, Bioko. Dal punto di vista delle biotecnologie il 2020 potrebbe essere un anno importante: le terapie geniche stanno diventando realtà e quest’anno potrebbero trovare nuovi campi d’applicazione. In un contesto forse più controverso dal punto di vista etico, diverse ricerche puntano a sviluppare tessuti umani all’interno di animali, ponendo le basi per la creazione, in futuro, di organi umani per trapianti.

 

I nuovi traguardi dell’intelligenza artificiale e della robotica. L’intelligenza artificiale è uno di quei temi caldi che è essenziale tenere d’occhio costantemente vista l’incredibile velocità con cui si sviluppa. Da sola questa tecnologia è in grado di fornire innumerevoli sfide e altrettante opportunità. Per questo sarà fondamentale in questo 2020 consolidare le basi di un approccio etico all’intelligenza artificiale e alle sue applicazioni, questo per garantire non solo che il comportamento delle macchine segua delle linee guida condivise e condivisibili, moralmente ed eticamente, ma anche per evitare che l’uomo abusi delle capacità delle IA, come per esempio nell’ambito delle armi autonome.

In questo 2020 potremmo inoltre assistere a nuovi sviluppi di diversi utilizzi dell’IA, dal fornire ai robot sistemi migliori per orientarsi nel mondo e compiere scelte allo sdoganamento (già iniziato verso la fine del 2019) dei deepfake, con relativi rischi. Lo stesso discorso vale per il riconoscimento facciale, che potrebbe vedere molti nuovi ambiti di applicazione. Tutte queste nuove frontiere potrebbero venire frantumate dalla collaborazione fra sviluppi dell’IA e Quantum Computing, un altro ambito in rapida crescita che proprio sul finire del 2019 ha permesso a Google (presumibilmente) di raggiungere la supremazia quantistica.

La redazione
La redazione

leggi tutto