Cambiamento climatico e ambiente

Climathon: creare insieme il futuro della sostenibilità

25 ottobre 2019 | Scritto da La redazione

Il 25 ottobre in 110 città del mondo, di cui 13 italiane, si affronteranno le sfide del clima nelle nostre città

Il mondo si mobilita per affrontare la crisi climatica, da un lato i Friday for Future, gli scioperi che cercano di ricordare a tutti la criticità della situazione ambientale, dall’altro eventi che richiamano ad azioni concrete e alla ricerca di soluzione per fronteggiare l’emergenza. Tra queste il Climathon: 24 ore dedicate ai cambiamenti climatici e alle contromisure da mettere in campo per contrastarli, che si terrà in ben 110 città di tutto il mondo, tra brainstorming, momenti di progettazione, formazione ed elaborazione di idee.

 

L’evento, è promosso da Eit Climate-Kic, la community europea di aziende, enti locali, istituti di ricerca, università e associazioni che sostiene l’innovazione tecnologica e di processo contro il clima che cambia. Si tratta di un vero e proprio hackaton che si svolgerà in contemporanea in tutto il mondo a cui parteciperanno anche 13 comuni italiani.

 

Le sfide sono tante e cucite sui bisogni e le necessità di ciascuna città: sul tema della mobilità, ad esempio c’è Milano che andrà alla ricerca di soluzioni innovative per trasformarsi in una città a misura di pedoni; Venezia punta a migliorare il trasporto di cose e persone nel fragile ecosistema lagunare, o Torino, che lancia la sfida per una “città circolare” puntando sull’innovazione nei settori industriali come food, automotive, elettronica, tessile, imballaggi e plastiche.

“Anche quest’anno l’Italia si dimostra particolarmente attenta al coinvolgimento di città e cittadini sul tema dei cambiamenti climatici – ha spiegato Angelica Monaco, direttrice di Climate-Kic in Italia – La sfida nella sfida è proprio quella degli enti locali che ascoltano le idee di cittadini, city users e giovani generazioni per poi eventualmente progettare insieme come realizzarle. Le grandi metropoli come Milano oppure i piccoli centri come Gaiba sono tutti chiamati a sperimentare e innovare dal basso processi decisionali, strumenti operativi, tecnologie all’avanguardia”.

 

Di clima e futuro delle città si dedicheranno anche gli studenti dell’Università di Milano-Bicocca che parteciperanno ad Hack the City, iniziativa realizzata da Engie in collaborazione con l’ateneo milanese e iBicocca e condotto da Impactscool.

La redazione
La redazione

leggi tutto