Community Blog

Meet Impactscool’s Ambassadors: Nicholas Chilese

20 novembre 2019 | Scritto da La redazione

Continua il viaggio alla scoperta della community di Impactscool. Oggi incontriamo Nicholas Chilese, Ambassador e Future Activist di Impactscool, responsabile del Future Hub di Vicenza

Nuovo appuntamento con il Community blog di Impactscool. Dopo avervi raccontato dell’Ambassador Day e delle novità del 2020, con i Future Camp in primo piano, torniamo a presentare ai lettori del nostro Magazine le persone che fanno parte del mondo Impactscool.

È la volta di Nicholas Chilese, Ambassador e Future Activist di Impactscool e Contributor di questo Magazine. Appassionato di economia e innovazione, oltre che di sociologia e psicologia, collabora con una startup innovativa attiva nell’ambito dell’Equity Crowdfunding e si occupa di Digital Strategy a Milano in una società di consulenza e formazione.

Infine, è il coordinatore del team dell’Impactscool Future Hub di Vicenza, che ha inaugurato le sue attività a inizio novembre.

 

Cosa significa per te essere un Ambassador di Impactscool?

Significa far parte di un movimento in continua evoluzione che ha l’obiettivo di sensibilizzare le persone sugli impatti scientifico tecnologici. Un movimento che prende forma attraverso incontri partecipativi nelle scuole, nelle aziende nei luoghi pubblici e con la produzione di contenuti e la loro discussione online. Non significa necessariamente insegnare o dare risposte certe sul futuro ma piuttosto dare gli strumenti per porsi le giuste domande e affrontare le innovazioni economico sociali con una consapevolezza dei rischi e opportunità degli impatti delle nuove tecnologie

 

Il futuro in tre parole…

Digitale: gli “algoritmi” prenderanno sempre più importanza nelle attività economico e sociali di ogni giorno. È necessario saperli utilizzare e gestirne i rischi di privacy e dipendenza che ne derivano soprattutto per i più giovani.
Umanità: nell’epoca della singolarità tecnologica dobbiamo riflettere su ciò che ci differenzia dalle macchine come creatività e gestione delle relazioni umane.
Sostenibilità: per un proseguo della civiltà umana sarà indispensabile un cambio di paradigma nella gestione delle risorse del pianeta terra. Ma sarà necessaria anche una sostenibilità del sistema finanziario che se slegato dall’economia reale rischia di creare crisi sempre peggiori.

 

Cosa fai oggi e quale sarà/potrebbe essere il tuo lavoro nel futuro?

Oggi sono Junior Project Manager presso WeAreStarting, dove ci occupiamo di gestire una community di investitori su PMI e startup italiane, e Web marketing specialist come libero professionista.
In futuro, similmente ad oggi, aiuterò le aziende da interno o da esterno per sviluppare il proprio business soprattutto nell’ottica dell’utilizzo delle innovazioni economiche, digitali e tecnologiche. Oppure farò il sociologo, seguendo un mio hobby.

 

Quali sono le maggiori opportunità che porterà lo sviluppo tecnologico e quali, invece, i rischi?

Le opportunità sono legate alla semplificazione e ad un miglioramento delle capacità nello svolgimento delle attività quotidiane, potremmo ritrovarci in futuro nella condizione di non dover più guidare o svolgere lavori pesanti. Allo stesso tempo questo renderà inutili molte delle attività svolte dall’essere umano. La maggior sfida sarà la riconversione delle competenze dei lavoratori a basso livello di istruzione, soprattutto nei paesi in via di sviluppo dove il crescere dell’economia è ben più rapido dell’aumentare di diritti e istruzione.

 

Come ti immagini il 2050?

Nel 2050 l’aspetto geopolitico del mondo sarà differente. A causa di sovrappopolazione e carenza di risorse andremo incontro a nuove guerre, non per il petrolio ma per l’acqua e per i terreni coltivabili. I rapporti di forza non saranno quelli di odierni e alcuni dei paesi oggi in via di sviluppo si saranno affermati come leader mondiali o occuperanno ruoli di maggior rilievo. La ricerca e l’istruzione saranno sempre più centrali per determinare il successo o meno di un’area geografica.  

 

Come sarà il tuo hobby nel futuro?

Nel futuro come oggi il mio hobby sarà lo sport, più o meno di ogni genere, i viaggi, sempre più lontano e lo studio del comportamento della società, da buon sociologo.

La redazione
La redazione

leggi tutto