Future Society

Con DIGITALmeet l’umanesimo digitale arriva in tutta Italia

16 ottobre 2018 | Scritto da La redazione

Dalla cultura alla salute, dallo sport all’economia: l’edizione 2018 di DIGITALmeet, con un cartellone allargato e tappe in 15 regioni, indagherà i tantissimi settori in cui il digitale sta facendo la differenza, anche in Italia.

Scopri. Usa. Crea. Sogna.”: il motto che introduce la sesta edizione di DIGITALmeet, il festival dedicato all’alfabetizzazione digitale e diffuso sul territorio italiano, già traccia il percorso da seguire: da domani, 17 ottobre, a domenica 21 ottobre, in tutta Italia si potrà partecipare a incontri, conferenze, workshop per scoprire il mondo del digitale.

Oltre 150 appuntamenti, tutti gratuiti, con circa 300 speaker per coinvolgere 15 regioni italiane: organizzato da Fondazione Comunica e TAG Padova, DIGITALmeet è dedicato all’innovazione che fa bene. Si parlerà, dunque, di nuove tecnologie e di come sono destinate a far crescere le imprese e migliorare le nostre vite: il modello è quello giapponese della Society 5.0, che mette l’Intelligenza artificiale al servizio dell’uomo e dei suoi bisogni, non solo nell’ambito della produzione e dell’economia ma anche e soprattutto nei campi della medicina, della ricerca e di tutte le attività che contribuiscono al benessere sociale, tempo libero compreso.

“Quest’anno – commenta Gianni Potti, presidente di Fondazione Comunica e Founder DIGITALmeet – vogliamo raccontare un digitale diverso, quasi un rinascimento nel quale la tecnologia è un mezzo e non il fine, quello che ci piace definire ‘umanesimo digitale’. E in questa edizione, accanto ai temi digitali classici per cittadini e imprese, lo facciamo tramite storie di persone che vivono e usano il digitale tutti i giorni, occupandosi della nostra salute, di cultura, sport, servizi sociali.”

Protagonisti dell’evento saranno quindi i nuovi orizzonti del digitale ma, immancabilmente, farà capolino anche il lato oscuro delle tecnologie: “Deep web, cyber bullismo, l’odio in rete, gli hacker… noi cerchiamo di approfondire anche questi temi con degli incontri dedicati, però vogliamo soprattutto raccontare il digitale “bello”, quello che aiuta le persone, l’economia, lo sviluppo, perché il nostro obiettivo è spiegare che il digitale migliora le nostre vite, non le peggiora.”

I nuovi confini dell’“arte digitale”, l’evoluzione della robotica in campo medico, le applicazioni delle tecnologie agli sport tradizionali, ma anche i nuovi ritrovati dell’informatica per semplificare il mondo della finanza: l’alfabetizzazione digitale messa in campo da DIGITALmeet arriverà a toccare tanti settori diversi per raccontare come l’Italia sta cambiando: “È importante parlare di alfabetizzazione digitale perché siamo in un Paese che ha bisogno di creare una nuova cultura del digitale. Il nostro impegno va da Nord a Sud, da Milano a Potenza, per fare in modo che il digitale sia alla portata di tutti.” – spiega ancora Potti – “Pensiamo che la tecnologia non sia il fine ma semplicemente un mezzo: dobbiamo cercare di non farci spaventare dalle nuove tecnologie ma imparare a sfruttarle al meglio.”

Un’edizione ricca di contenuti, quindi, che vuole mettere l’alfabetizzazione digitale a servizio di tutti, cittadini e imprese: il programma completo di DIGITALmeet 2018 è disponibile su www.digitalmeet.it.

La redazione
La redazione

leggi tutto