I nostri eventi

Il futuro (creativo e iperconnesso) fa tappa a Campus Party

13 luglio 2018 | Scritto da La redazione

(English) From July 18th to 22nd the Fiera Rho in Milan will host the second Italian edition of the international event dedicated to innovation, future and creativity. Over 350 speakers, including Cristina Pozzi and Andrea Geremicca from Impactscool, will be the protagonists of Campus Party.

Dal 18 al 22 luglio la Fiera Rho di Milano ospita la seconda edizione italiana dell’evento internazionale dedicato a innovazione, futuro e creatività. Saranno oltre 350 gli speaker protagonisti di Campus Party, tra cui anche Cristina Pozzi e Andrea Geremicca.

 

Riscriviamo insieme il codice sorgente dell’Italia” è l’invito, coraggioso e sfacciato insieme, che lancia la seconda edizione italiana di Campus Party: dal 18 al 22 luglio sarà la Fiera Rho di Milano ad ospitare l’evento internazionale a più alta concentrazione di giovani digitali. Il format prevede cinque giorni (e quattro notti) non stop, dedicati a innovazione, futuro e creatività, 450 ore di contenuti che troveranno spazio tra le 4000 tende, i 7 palchi e i 350 speaker provenienti da tutto il mondo, grazie al supporto dei tantissimi partner, tra istituzioni, aziende, community e università. Sono 20mila le presenze attese per questa edizione di CPIT2, organizzata in collaborazione con la Regione Lombardia.

“Campus Party è innovazione e creatività allo stato puro – spiega Carlo Cozza, Presidente di Campus Party Global – perché attraverso la condivisione di passioni e interessi è l’occasione per far nascere quelle idee che cambieranno il futuro del mondo. Campus Party Italia vuole diventare l’appuntamento di riferimento dell’innovazione nel nostro Paese”.

Saranno cinque le aree tematiche che verranno approfondite nei cinque giorni di CPIT2: scienza, imprenditoria, coding, intrattenimento e creatività. Ai visitatori sarà data l’opportunità di vedere da vicino il mondo di chi lavora nel campo della robotica e dell’ingegneria spaziale, del digital entertainment e della programmazione, della blockchain e del gaming, della computer graphic e della realtà virtuale e aumentata, del biohacking e della fusione uomo/tecnologia ma anche della musica elettronica, dello storytelling, dell’animazione 3D, dell’open source e di altri codici che verranno inventati.

“Il nostro scopo è investire nel futuro, questo significa capitalizzare le idee dei nostri giovani, valorizzare il loro talento. In questo senso Campus Party rappresenta un’occasione importante per i nostri studenti per partecipare attivamente alla crescita scientifica e tecnologica del territorio, anche in termini di competitività”, spiega il Vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione Fabrizio Sala.

A raccontare, invece, di quello che il futuro ha in serbo per noi ci penserà Cristina Pozzi, CEO e Co-Founder di Impactscool, che il 20 luglio alle 10.00 al pubblico di Campus Party riserverà uno speech intitolato “2050: istruzioni per l’uso”. Saper immaginare il futuro è sempre più importante in un mondo in continuo cambiamento, in cui grandissime rivoluzioni avvengono ormai nell’arco di pochissimi anni. Come affrontare dunque questa nuova realtà? Come quando si visita un luogo a noi sconosciuto, può essere utile avere una guida a disposizione che ci aiuti a capire quali criticità dovremo affrontare, quali grandi opportunità avremo a disposizione e soprattutto come prendere decisioni oggi in vista del migliore dei 2050 possibili.

Il futuro non può aspettare” è invece il titolo del workshop organizzato da Andrea Geremicca, CMO e Co-Founder di Impactscool, sempre il 20 luglio alle 14.00. Il workshop mira a dare una breve introduzione sul futuro e sulle tecnologie che lo possono influenzare, come ad esempio Intelligenza Artificiale, Blockchain, stampa 3d, robotica, genetica e molto altro, e i partecipanti potranno lavorare attivamente con strumenti di future thinking per immaginare il lavoro del futuro e le sue declinazioni.

Oltre al team di Impactscool, hanno raccolto la sfida di raccontare il futuro sui palchi di Campus Party oltre 350 speaker, tra cui Guido Tonelli, fisico portavoce dell’esperimento CMS al CERN che ha portato alla scoperta del Bosone di Higgs; Jon “Maddog” Hall, Chairman of the Board of the Linux Professional Institute; Edward Frenkel, professore di matematica all’Università di Berkeley in California e autore del best seller “Love and Math” e George Hotz, informatico e hacker statunitense, il primo ad aver eseguito un jailbreak dell’iPhone 3S e un hacking della PlayStation 3.

Campus Party sarà l’ultimo appuntamento di Impactscool prima della pausa estiva: gli eventi dedicati al futuro riprendono però già a settembre, con le prossime tappe di #Futura, l’evento pensato dal Miur per presentare il Piano Nazionale per la Scuola Digitale, e con Kidsuniversity Verona.

La redazione
La redazione

leggi tutto