Notizie dal mondo

Le notizie della settimana scelte da Impactscool – 19 novembre

19 novembre 2018 | Scritto da La redazione

Scopri le notizie più importanti su tencologie e futuro, scelte dalla redazione per voi.

Scoperto il secondo esopianeta più vicino alla Terra

Gli astronomi dell’Osservatorio Europeo Australe hanno scoperto il secondo esopianeta più vicino alla terra: si trova a soli sei anni luce da noi, e si tratta di una “super Terra” scarsamente illuminata e molto fredda. La scoperta, pubblicata su Nature pochi giorni fa, è stata fatta grazie al metodo delle velocità radiali, studiando cioè come la presenza del pianeta influenza l’orbita della stella. L’esopianeta è stato scovato intorno alla stella di Barnard, la più vicina a noi dopo il sistema di Alfa Centauri: scoperta dei primi del ‘900 dall’astronomo statunitense Edward Barnard, la stella in questione è considerata la più veloce mai osservata, in quanto in meno di due secoli copre una distanza angolare pari al diametro della Luna piena.

Il coordinatore della scoperta, Ignasi Ribas, responsabile dell’Istituto di Scienze dello Spazio, ha spiegato: “Abbiamo utilizzato osservazioni da sette strumenti diversi per un totale di 20 anni di misure, rendendo questo uno dei set di dati più grandi e più estesi mai utilizzati per studi di precisione di velocità radiali. La combinazione di tutti i dati ha portato a un totale di 771 misure: un’enorme quantità di informazioni”. Secondo gli studiosi, l’esopianeta ha una massa pari a 3,2 volte quella terrestre, e orbita intorno alla stella di Barnard a una distanza pari al 40% della distanza Terra-Sole.

 

Da dicembre i taxi senza conducente saranno realtà

Una fonte interna di Waymo, la compagnia “sorella” di Google che si occupa di mobilità, ha confermato ai microfoni di Bloomberg l’indiscrezione in circolo già da tempo: entro poche settimane sarà lanciato nei sobborghi di Phoenix, in Arizona, il primo servizio commerciale di trasporto per persone, che farà concorrenza a compagnie come Uber e Lyft. Già da un anno, infatti, Waymo sta effettuando test coinvolgendo i residenti della città e con ogni probabilità saranno proprio i partecipanti del Early Rider Program i primi clienti del servizio, di cui il nome è però ancora sconosciuto. Quello che si sa, per il momento, è che nelle fasi iniziali sarà comunque presente una persona al posto di guida. Ma la compagnia guarda avanti e poche settimane fa ha ottenuto l’autorizzazione per effettuare test anche su veicoli autonomi senza alcuna persona al posto del guidatore. Forse la stagione delle auto driverless a tutti gli effetti è già iniziata.

 

Un trattamento innovativo per le patologie oculari

Un gruppo di scienziati di Singapore ha sviluppato un nuovo sistema per curare patologie che colpiscono gli occhi, come il glaucoma o la degenerazione maculare: si tratta di una sorta di benda contenente dei micro aghi che iniettano i farmaci direttamente nel bulbo oculare.

Anche se dalla descrizione potrebbe sembrare un metodo molto cruento, in realtà lo studio, pubblicato recentemente sulla rivista Nature Communications, spiega che gli aghi in questione sono così sottili da non causare nessun dolore nei pazienti. Si tratterebbe di un metodo nettamente superiore a quelli già esistenti, che consistono nella somministrazione di farmaci tramite colliri, che però richiedono frequenti applicazioni, oppure tramite iniezioni, che possono essere molto rischiose. La ricerca è ancora agli stadi iniziali e non è ancora stata testata su esseri umani. Per quanto gli aghi negli occhi possano sembrare una soluzione terribile, sembrerebbe essere proprio questo il futuro della ricerca in questo ambito.

La redazione
La redazione

leggi tutto